Haiti. Cuba apre spazio aereo agli Usa per l’evacuazione dei feriti

LOCCIDENTALE_800x1600
LOCCIDENTALE_800x1600
Dona oggi

Fai una donazione!

Gli articoli dell’Occidentale sono liberi perché vogliamo che li leggano tante persone. Ma scriverli, verificarli e pubblicarli ha un costo. Se hai a cuore un’informazione approfondita e accurata puoi darci una mano facendo una libera donazione da sostenitore online. Più saranno le donazioni verso l’Occidentale, più reportage e commenti potremo pubblicare.

Haiti. Cuba apre spazio aereo agli Usa per l’evacuazione dei feriti

15 Gennaio 2010

Il governo cubano ha accettato di aprire il proprio spazio aereo agli Usa per evacuare dalla base di Guantanamo le vittime del sisma che ha colpito l’isola. Lo annuncia la Casa Bianca.

L’uso dello spazio aereo cubano per l’evacuazione dei feriti e per il passaggio delle scorte mediche consente di abbreviare di molto i tempi di volo per Miami. Il portavoce della Casa Bianca Tommy Vietor ha detto che un accordo è stato raggiunto per consentire voli dalla base americana di Guantanamo a Cuba attraverso lo spazio aereo cubano verso la Florida, una rotta che abbrevia il tempo di volo di circa 90 minuti.

Alcune vittime del terremoto, già evacuate a Guantanamo, devono essere trasportate in Florida per ulteriori cure. Vietor ha detto che non è ancora chiaro quanti voli saranno interessati dal nuovo protocollo. Esistono già accordi tra Stati Uniti e Cuba che permettono l’uso dello spazio aereo in caso di emergenze mediche ma il comandante della base americana di Guantanamo ha chiesto alle autorità cubane di allargare questa possibilità per la vicenda di Haiti.

Il governo cubano si è detto d’accordo, ha riferito una fonte dell’amministrazione Usa, e i voli da Guantanamo a Miami cominceranno non appena gli aerei saranno messi in grado di trasportare i pazienti.