Haiti. Tutta Hollywood e le star della musica riuniti per aiutare la raccolta fondi

LOCCIDENTALE_800x1600
LOCCIDENTALE_800x1600
Dona oggi

Fai una donazione!

Gli articoli dell’Occidentale sono liberi perché vogliamo che li leggano tante persone. Ma scriverli, verificarli e pubblicarli ha un costo. Se hai a cuore un’informazione approfondita e accurata puoi darci una mano facendo una libera donazione da sostenitore online. Più saranno le donazioni verso l’Occidentale, più reportage e commenti potremo pubblicare.

Haiti. Tutta Hollywood e le star della musica riuniti per aiutare la raccolta fondi

23 Gennaio 2010

Julia Roberts, Steven Spielberg e Jack Nicholson hanno risposto al telefono. Clint Eastwood, George Clooney, Brad Pitt hanno raccontato storie di orrore e di speranza. Madonna, Sting, Beyoncè e Bruce Springsteen hanno cantato.

Decine di stelle di Hollywood e della musica hanno partecipato ieri sera a "Hope for Haiti", un evento televisivo internazionale di 2 ore per raccogliere fondi a beneficio delle vittime del terremoto che ha devastato il Paese più povero dei Caraibi. Milioni di dollari sono stati raccolti in poche ore dalla iniziativa, promossa dall’attore George Clooney e dalla rete televisiva MTV con la partecipazione del ‘gotha’ del mondo dello spettacolo.

I numeri musicali trasmessi in diretta da Los Angeles, New York e Londra sono stati intervallati da collegamenti con Haiti dove l’inviato della CNN Anderson Cooper ha raccontato gli orrori del terremoto e presentato alcuni dei bambini estratti vivi dalle macerie. "Il popolo di Haiti ha bisogno del nostro aiuto – ha detto George Clooney aprendo l’evento da Los Angeles -. Hanno bisogno di sapere che non sono soli".

L’adesione delle celebrità è stata massiccia. I numeri musicali hanno visto la partecipazione di artisti come Stevie Wonder, Shakira, Beyonce, Coldplay, Christina Aguilera, Sheryl Crow, Keith Urban, Nei Young. Madonna ha cantato "Like a prayer". Bruce Springsteen ha interpretato con la sua chitarra "We Shall Overcome", il leggendario inno per i diritti civili. "Questa è una piccola preghiera per Haiti", ha spiegato il cantante. I cantanti Jay-Z, Rihanna e Bono (con gli U2) hanno presentato una nuova canzone: "Stranded (Haiti Mon Amour)", dedicata alle vittime del terremoto.

Appelli al pubblico a donare sono stati fatti, tra una canzone e l’altra, da Clint Eastwood, Matt Damon. Brad Pitt, Denzel Washington, Tom Hanks, da Bill Clinton. Nel frattempo una armata di divi di Hollywood rispondeva ai telefoni per ringraziare chi aveva appena fatto un dono: Julia Roberts, Steven Spielberg, Leonardo DiCaprio, Robert De Niro, Jennifer Aniston, Jack Nicholson e decine di altre celebrità sono stati inquadrati mentre parlavano con i donatori. L’attore Samuel Jackson ha spiegato al pubblico che "il 100 per cento delle donazioni" finirà alle organizzazioni che sono già in prima linea ad Haiti ad aiutare le vittime. Il comico Chris Rock ha letto un appello scritto da Muhammed Ali, che era al suo fianco.

L’evento è stato trasmesso in diretta negli Usa da tutti le Tv più importanti (un totale di 25 network). Iniziative del genere erano state lanciate in passato in occasioni come quelle della strage dell’11/9, dell’uragano Katrina, dello tsunami in Asia.