Home News Honduras. Micheletti: “Zelaya può rientrare se rinuncia a incarico”

Honduras. Micheletti: “Zelaya può rientrare se rinuncia a incarico”

0
52

Il leader de facto dell'Honduras, Roberto Micheletti, si è detto disposto a farsi da parte politicamente ed accettare il rientro in patria del deposto presidente, Manuel Zelaya, a patto che quest'ultimo rinunci alla presidenza. Ad annunciarlo la notte scorsa sono stati funzionari coinvolti nella mediazione tra le parti per sbloccare la crisi politica in corso dal 28 giugno, quando Zelaya è stato arrestato dai militari golpisti che lo hanno stretto a lasciare il paese.

L'offerta è arrivata nel corso di un incontro a Washington ed è stata immediatamente respinta dal leader dell'OSA, Organizzazione degli stati americani, che ha contribuito all'opera di mediazione. Ma secondo il mediatore Arturo Corrales, citato oggi dal Washington Post, l'offerta potrebbe servire a sbloccare lo stallo negoziale. Quanto all'ambasciatore presso l'OSA del deposto leader honduregno, Carlos Sosa, si tratta di una proposta inaccettabile: "È un tentativo di continuare a guadagnare tempo facendo credere che stanno trattando".

La proposta avanzata da Micheletti prevede che la persona più alta in grado dopo il presidente succeda al leader de facto. Zelaya potrebbe rientrare in Honduras in qualità di privato cittadino ma non potrebbe essere reintegrato nel suo incarico. Le elezioni presidenziali che si svolgerebbero dopo le dimissioni di entrambi avverrebbero sotto la supervisione di osservatori internazionali, dalla stessa OSA all'UE.

  •  
  •  

Aggiungi un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here