Home News Il volo di Mastella divide la sinistra

Il volo di Mastella divide la sinistra

0
29

Mentre la Presidenza del Consiglio rende noto per mezzo di Palazzo Chigi di aver “ridotto la spesa dei voli di stato, rispetto al 2006, di 20 milioni di euro” il leader del Pdci, Oliviero Diliberto, attacca pesantemente il suo ministro della Giustizia, Clemente Mastella, reo di essersi recato al Gp di Formula Uno in quel di Monza con un volo statale.

“Fa più male l'uso inopportuno di aerei ed elicotteri per spostamenti privati che tante manifestazioni”, ha fatto sapere Diliberto, mentre il Codacons presentava un esposto alla Corte dei Conti proprio in merito alla vicenda del “volo blu”.

Sulla vicenda interviene anche il settimanale progressista “L'Espresso” che accusa Mastella di non lesinare le spese per il carburante in un momento in cui è proprio il prezzo della benzina a gravare sul portafoglio degli italiani. Insomma, gli unici a difendere  Mastella, non esponendosi troppo per la verità, son due comunisti di vecchia data: il presidente del Senato Franco Marini e quello della Camera Fausto Bertinotti. Il primo  ha definito la polemica sul volo statale del ministro della Giustizia “priva di senso e di contenuti”, mentre il secondo ha fatto sapere dall'Aquila che preferirrebbe "evitare polveroni".

  •  
  •  

Aggiungi un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here