Home News In Puglia il Pd rompe con Vendola, spinge Emiliano e dimentica le primarie

Assemblea prima di Natale

In Puglia il Pd rompe con Vendola, spinge Emiliano e dimentica le primarie

1
9

Il leader nazionale del Pd, Massimo D’Alema è tornato nel capoluogo barese. La sua presenza si è resa nuovamente necessaria per tentare di uscire dall’impasse sulle regionali 2010. Il partito in Puglia è diviso tra i sostenitori della ricandidatura di Vendola e coloro i quali preferirebbero un nome diverso che avvicini Udc e l’Italia dei Valori al Pd.

Vendola lo avevo detto: “Credo sinceramente che la presenza di Emiliano a Bari possa aiutare il Pd a scegliere secondo la volontà e il sentimento dei Democratici pugliesi”. E così è stato. Decisione presa.

Se fino a ieri il metodo auspicato da tutti per dirimere la questione era quello delle primarie, dall’incontro di ieri tra parlamentari, consiglieri regionali pugliesi del centrosinistra e Massimo D’Alema è, invece, emerso che sarà l’assemblea del Pd e non le primarie, a decidere se sostenere Vendola, già autocandidatosi da alcune settimane, o se scegliere un altro candidato.

Proprio Vendola aveva auspicato che non si procedesse con “magie che puzzano di cattiva politica per farmi scomparire”. Ed invece, abracadabra, la magia è compiuta! Primarie no, assemblea sì. E questa è già una sconfitta per Niki, che dal primo momento aveva intravisto nelle primarie l’unico modo per risolvere il problema delle regionali.

L’assemblea sarà convocata prima di Natale, tra il 23 e il 24 dicembre ed eviterà le primarie definite dal segretario regionale del Pd, Sergio Blasi, come “uno strumento inutile a dirimere la questione in campo che è una opzione politica”. D’Alema, invece, non ha voluto rilasciare nessuna dichiarazione forse per non incrinare ulteriormente il precario equilibrio che c’è tra le varie forze politiche pugliesi del centrosinistra. Quasi tutti gli assessori regionali del Pd si sono schierati apertamente a sostegno di Vendola, Michele Emiliano, invece, non si è presentato alla riunione.

Lui, però, le dichiarazioni le ha rilasciate nelle scorse ore all’emittente salentina Telerama, sostenendo che “Vendola usa la candidatura per costruire il secondo partito di sinistra” e ancora che “i pugliesi vogliono sapere se il prossimo presidente sarà persona per bene che non nominerà più assessori alla sanità sbagliati e non avrà in mente di fondare nuovi partiti”. Il riferimento esplicito è all’ex assessore regionale alla Sanità, Alberto Tedesco, indagato dai pm pugliesi, che ora siede in Senato al posto dell’attuale europarlamentare Pd, Paolo De Castro. Le parole di Emiliano hanno immediatamente innescato la reazione del braccio destro di Vendola, Nicola Frantoianni, coordinatore regionale di Sinistra Ecologia e Libertà che le ha definite “patetiche e un po’ penose”.

Ma non basta: sempre Frantoianni ritiene che Emiliano sia anche incoerente politicamente perché non avrebbe rispettato la promessa fatta agli elettori in campagna elettorale di dimissioni immediate da Segretario regionale del Pd qualora fosse stato rieletto sindaco di Bari.

Per allargare la coalizione del centrosinistra anche all’Udc e all’Idv, D’Alema propone da tempo un candidato condiviso. Il nome sarebbe sempre quello di Michele Emiliano affiancato nella vicepresidenza della Regione dalla senatrice Adriana Poli Bortone, fondatrice del movimento politico indipendente “Io Sud”.

Emiliano è stato da pochi mesi rieletto sindaco di Bari con il 60 per cento dei voti; assessori e consiglieri comunali del capoluogo pugliese sono sul piede di guerra perché non ammettono le eventuali dimissioni e la contestuale candidatura del loro sindaco a presidente della Regione. Gli elettori baresi, dal canto loro, vogliono che Emiliano porti a termine il suo mandato senza andare al voto anticipatamente.

Insomma, il quadro politico del centrosinistra in Puglia è realmente complesso. Probabilmente l’assemblea del Pd prenatalizia servirà a fornire delle indicazioni chiare al popolo del centrosinistra, attualmente disorientato e senza nessuna certezza.

 

  •  
  •  

1 COMMENT

Aggiungi un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here