Home News India: Duecento manifestanti contro Rushdie

India: Duecento manifestanti contro Rushdie

0
46

Secondo quanto riportato dall'Herald Tribune, almeno duecento manifestanti appartenenti ad un gruppo separatista islamico avrebbero bruciato, giovedì mattina, sagome raffiguranti Salman Rushdie (autore di “Versetti Satanici), considerato offensivo dai musulmani, e intonato cori contro l'Inghilterra, paese che ha da poco concesso all'autore il titolo di baronetto.

La manifestazione si è tenuta nella città di Srinagar, capitale dello stato indiano del Kashmir. Cori del tipo “impiccate Rushdie” e “abbasso l'Inghilterra” facevano da colonna sonora della protesta. Secondo uno dei partecipanti, Imtiyaz Ahmed, “Rushdie è un nemico dei musulmani e ci domandiamo perché l'Inghilterra gli abbia concesso il titolo nobiliare”. Sulla stessa linea d'onda il capo della Corte Islamica del Kashmir, Mufti Mohammad Bashir-ud-din, che ha addirittura chiesto alla regina Elisabetta di ritirare il titolo di baronetto allo scrittore di origini indiane. La motivazione del capo religioso in merito a tale procedura è alquanto azzardata. Infatti, secondo lui, Rushdie sarebbe “passibile di uccisione per gravi ingiurie ai sentimenti dei musulmani di tutto il mondo”.

  •  
  •  

Aggiungi un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here