Iran. Arrestati 5 inglesi in acque territoriali iraniane, viaggiavano in barca a vela

LOCCIDENTALE_800x1600
LOCCIDENTALE_800x1600
Dona oggi

Fai una donazione!

Gli articoli dell’Occidentale sono liberi perché vogliamo che li leggano tante persone. Ma scriverli, verificarli e pubblicarli ha un costo. Se hai a cuore un’informazione approfondita e accurata puoi darci una mano facendo una libera donazione da sostenitore online. Più saranno le donazioni verso l’Occidentale, più reportage e commenti potremo pubblicare.

Iran. Arrestati 5 inglesi in acque territoriali iraniane, viaggiavano in barca a vela

30 Novembre 2009

La marina iraniana ha arrestato cinque britannici che si trovavano su una barca a vela, in viaggio tra il Bahrein e Dubai, quando sono stati intercettati dagli iraniani. I cinque potrebbero aver sconfinato "inavvertitamente" in acque territoriali iraniane. Lo ha detto il Foreign Office a Londra. I cinque si troverebbero ora in Iran. Le famiglie sono state informate, ha aggiunto il Ministero.

L’incidente è avvenuto il 25 novembre scorso, ha fatto sapere il Foreign Office. "Funzionari del nostro ministero – ha detto il ministro degli Esteri David Miliband – si sono immediatamente messi in contatto con le autorità iraniane a Londra e Teheran, la sera stessa del 25, per avere chiarimenti e tentare di risolvere la vicenda in tempi rapidi".

"Il nostro ambasciatore a Teheran – ha proseguito l’Ufficio – ne ha parlato con il ministero degli Esteri iraniano e noi ne abbiamo discusso con l’ambasciata dell’Iran a Londra. Speriamo che questa vicenda si possa risolvere presto. Siamo in stretto contatto con le autorità iraniane e le famiglie", ha concluso.