Iran. Nucleare, Khamenei: “Non rinunceremo, necessario per generazioni future”

LOCCIDENTALE_800x1600
LOCCIDENTALE_800x1600
Dona oggi

Fai una donazione!

Gli articoli dell’Occidentale sono liberi perché vogliamo che li leggano tante persone. Ma scriverli, verificarli e pubblicarli ha un costo. Se hai a cuore un’informazione approfondita e accurata puoi darci una mano facendo una libera donazione da sostenitore online. Più saranno le donazioni verso l’Occidentale, più reportage e commenti potremo pubblicare.

Iran. Nucleare, Khamenei: “Non rinunceremo, necessario per generazioni future”

06 Dicembre 2009

"L’Iran non rinuncerà a dotarsi della tecnologia nucleare, perché ne ha bisogno per le generazioni future". Lo ha detto oggi la Guida suprema, Ayatollah Ali Khamenei, citato dalla televisione di Stato.

Khamenei ha accusato gli Stati Uniti e la Gran Bretagna di avere montato una "propaganda" contro il programma nucleare della Repubblica islamica ed ha invitato gli iraniani a rimanere in guardia contro i "complotti" dell’Occidente. Khamenei, che parlava davanti ad una folla di migliaia di persone per la festività sciita di Ghadir, ha affermato che nessun Paese potrà isolare l’Iran. "Gli Stati Uniti, i sionisti (Israele, ndr) e altri paesi oppressori hanno cercato per trent’anni di isolare l’Iran, ma non ci sono riusciti e con l’aiuto di Dio non ci riusciranno".

Il 27 novembre scorso l’Agenzia internazione per l’energia atomica (Aiea) ha approvato una risoluzione critica nei confronti del programma nucleare iraniano che, secondo alcuni paesi occidentali, potrebbe aprire la strada a nuove sanzioni delle Nazioni Unite contro Teheran.

Proprio ieri il capo dell’Organizzazione nazionale per l’energia atomica, Ali Akbar Salehi, in un’intervista alla televisione di Stato in lingua inglese PressTv dichiarava che l’Iran ha bisogno di avere in futuro 20 siti per l’arricchimento dell’uranio. Nei giorni scorsi il presidente Mahmud Ahmadinejad aveva parlato di dieci nuovi impianti per l’arricchimento che la Repubblica islamica si proponeva di costruire. Secondo Teheran, lo scopo è di produrre combustibile per alimentare centrali nucleari, mentre i Paesi occidentali temono che la stessa tecnologia possa essere impiegata per costruire ordigni atomici. Salehi ha anche assicurato che l’Iran non intende uscire dal Trattato di non proliferazione nucleare.