Iran. Proteste contro governo, 43 giornalisti in carcere in 7 mesi

LOCCIDENTALE_800x1600
LOCCIDENTALE_800x1600
Dona oggi

Fai una donazione!

Gli articoli dell’Occidentale sono liberi perché vogliamo che li leggano tante persone. Ma scriverli, verificarli e pubblicarli ha un costo. Se hai a cuore un’informazione approfondita e accurata puoi darci una mano facendo una libera donazione da sostenitore online. Più saranno le donazioni verso l’Occidentale, più reportage e commenti potremo pubblicare.

Iran. Proteste contro governo, 43 giornalisti in carcere in 7 mesi

23 Gennaio 2010

Sono 43 i giornalisti attualmente in carcere in Iran dopo essere stati arrestati in seguito alle proteste antigovernative degli ultimi sette mesi. Lo rende noto oggi il sito Kaleme, del leader dell’opposizione Mir Hossein Mussavi.

L’ultimo arresto di cui si è avuta notizia è quello di Lili Faratpur, prelevata dalla sua abitazione mercoledì dopo che si era recata presso la Corte rivoluzionaria di Teheran per chiedere notizie del figlio, Behrang Tonekabani, anch’egli un giornalista arrestato.

Tonekabani, caporedattore della rivista di arte Farhang va Ahang, è in carcere dal 5 gennaio scorso. Kaleme scrive che la madre è sofferente di cuore e aveva dovuto essere ricoverata brevemente in ospedale dopo l’arresto del figlio.