Iraq/1: Petraeus preoccupato da possibile riduzione truppe

LOCCIDENTALE_800x1600
LOCCIDENTALE_800x1600
Dona oggi

Fai una donazione!

Gli articoli dell’Occidentale sono liberi perché vogliamo che li leggano tante persone. Ma scriverli, verificarli e pubblicarli ha un costo. Se hai a cuore un’informazione approfondita e accurata puoi darci una mano facendo una libera donazione da sostenitore online. Più saranno le donazioni verso l’Occidentale, più reportage e commenti potremo pubblicare.

Iraq/1: Petraeus preoccupato da possibile riduzione truppe

07 Settembre 2007

Il comandante delle operazioni Usa in Iraq, il generale David Petraeus, ha detto al presidente George W. Bush di voler mantenere alti i livelli delle truppe nel Paese fino all’anno prossimo, ma di poter accettare il ritiro di circa di 4.000 uomini a partire da gennaio.

Petraeus vuole ridurre il rischio di imprevisti sul piano militare ma le sue raccomandazioni potrebbero anche soddisfare alcuni critici all’interno del Congresso, dice il giornale, citando importanti fonti dell’amministrazione e militari.

Petraeus “è preoccupato per i rischi, e vorrebbe tenere tutto allo stesso modo il più possibile finché può”, ha detto al Times una fonte militare di alto livello.

In una relazione al Congresso la settimana prossima, Petraeus discuterà la possibilità di ritiri più consistenti, nell’arco di un periodo di tempo a partire da gennaio, che potrebbero portare i livelli a circa 130.000 militari, scrive il giornale citando fonti impegnate a preparare la relazione.

Le fonti, anonime, hanno detto al giornale che non è chiaro quanto Petraeus sarà specifico nel discutere i tempi dei ritiri.