Iraq. Cristiani sotto attacco, 14 attentati nella notte a Baghdad

LOCCIDENTALE_800x1600
LOCCIDENTALE_800x1600
Dona oggi

Fai una donazione!

Gli articoli dell’Occidentale sono liberi perché vogliamo che li leggano tante persone. Ma scriverli, verificarli e pubblicarli ha un costo. Se hai a cuore un’informazione approfondita e accurata puoi darci una mano facendo una libera donazione da sostenitore online. Più saranno le donazioni verso l’Occidentale, più reportage e commenti potremo pubblicare.

Iraq. Cristiani sotto attacco, 14 attentati nella notte a Baghdad

31 Dicembre 2010

Sono stati 14 gli attentati anti-cristiani registrati la scorsa notte nella capitale irachena. Secondo quanto ha reso noto il capo delle operazioni di sicurezza di Baghdad, il generale Qassem Atta, alla tv satellitare ‘al-Arabiya’, gli attacchi sono iniziati ieri in tarda serata e sono proseguiti fino all’alba di oggi. In particolare sono state prese di mira le abitazioni delle famiglie cristiane in diverse zone di Baghdad.

L’unico attentato che ha provocato vittime è stato quello del quartiere di al-Ghadir. Il bilancio dei morti è fermo a 2 persone, mentre sono 16 i feriti. I terroristi islamici hanno fatto esplodere 10 ordigni, mentre ci sono altre bombe che la polizia è riuscita a scoprire e a far detonare prima dell’esecuzione degli attentati.

La serie di attacchi anti-cristiani è stata rivendicata dal cosiddetto ‘Stato islamico iracheno’, che ha anche rivendicato l’attentato del 31 ottobre contro la chiesa siro-cattolica di ‘Nostra Signora della Salvezza’ di al-Karrada, dove sono morti 44 fedeli, e che ha ordinato a tutti i cristiani iracheni di lasciare il paese.