Home News “L’America vuole tornare a lavorare”. Ecco il discorso di Trump pronunciato nella conferenza stampa sul Covid-19

Il discorso del presidente Usa

“L’America vuole tornare a lavorare”. Ecco il discorso di Trump pronunciato nella conferenza stampa sul Covid-19

0
28

Riportiamo il discorso (quasi stenografico), del Presidente Trump tenuto all’inizio della conferenza stampa sull’emergenza Coronavirus in Usa. 

Voglio ringraziarvi molto (dice rivolto ai giornalisti) per essere qui e vorrei aggiornarvi sui passi che stiamo intraprendendo nella nostra lotta continua per sconfiggere il virus. Stamattina alle 7:55 ho parlato con i leader del G20, un grande incontro in cui è emerso che abbiamo molte idee diverse, molte buone idee e che stiamo lavorando insieme. I leader si sono riuniti virtualmente da tutto il mondo per discutere tutta la questione del problema che in questo momento hanno 151 nazioni. Avevamo il presidente Alberto Fernandez dell’Argentina, il primo ministro Scott Morrison dell’Australia, il presidente Jair Bolsonaro del Brasile, il primo ministro Justin Trudeau del Canada, il presidente Xi della Cina, il presidente Emmanuel Macron della Francia, il cancelliere della Germania Angela Merkel, il primo ministro Modi dell’India, il presidente Widodo dell’Indonesia, il presidente del Consiglio dei ministri italiano, Giuseppe Conte, il primo ministro giapponese Shinzo Abe. Congratulazioni al Giappone, per aver preso una grande decisione sulle Olimpiadi che si svolgeranno l’anno prossimo, nel 2021. Voglio ringraziare il presidente del Messico per aver fatto un ottimo lavoro per l’uso dell’esercito. Abbiamo 27.000 soldati messicani sul nostro confine meridionale e pochissime persone lo stanno attraversando, posso dirlo. Dobbiamo continuare su questa via. E ora,  abbiamo un ottimo rapporto con il Messico. (Poi Trump continua con l’elenco dei partecipanti al summit virtuale)  Il presidente Putin della Russia, il re Salman dell’Arabia Saudita, il presidente Ramaphosa del Sudafrica, il presidente Moon della, come sapete, un paese con il quale spendiamo molto tempo, Corea del Sud. Su questo, stiamo lavorando molto duramente. Il primo  ministro spagnolo Sanchez, il presidente della Turchia,  Erdogan, il primo ministro del Regno Unito, Boris Johnson, il presidente della Commissione europea Ursula von der Leyen, il presidente del Consiglio europeo,  Charles Michel, il segretario generale delle Nazioni Unite, Antonio Guterres, il direttore dell’Organizzazione mondiale della sanità, Tedros Adhanom, il presidente della Banca mondiale, David Malpass, e la direttrice del Fondo monetario internazionale,  Kristalina Georgieva.
Gli Stati Uniti stanno lavorando con i nostri amici e partner in tutto il mondo per fermare la diffusione del virus e coordinare i nostri sforzi. Abbiamo discusso di quanto sia di vitale importanza per tutte le nostre nazioni condividere immediatamente informazioni e dati. Noi lo stiamo facendo ampiamente, ma lo faremo ancora di più, anche per informare i nostri, e suppongo che anche voi (riferito agli altri paesi) informerete ognuno di noi sulla lotta, in un modo o nell’altro in cui è condotta – sarà un po’ differente – ma noi lo gestiamo un pochettino in maniera diversa. Ma penso che ci sia una grande uniformità. È stato un incontro fantastico. Eravamo 20 paesi, oltre alle altre persone di cui ho parlato prima, con uno spirito eccezionale. Dopo l’incontro con i leader mondiali, ho parlato con i governatori dei nostri 50 stati e territori. Il nostro staff è stato costantemente in comunicazione con i governatori e abbiamo avuto un incontro eccezionale. Qualcuno, raccontando una bufala,  ha riferito  che uno dei governatori avrebbe detto: “Oh, abbiamo bisogno di Tom Brady” (Brady è un noto giocatore di football americano). E io ho detto: “Sì, lo intendeva in modo positivo”. Questo qualcuno (si tratta del governatore dell’Illinois, Jay Inslee, un democratico) avrebbe poi detto di nuovo: “Abbiamo bisogno di Tom Brady”. Il significato era che faremo alla grande e lo intendeva in modo molto positivo, ma l’hanno preso in modo diverso (nel senso che si avrebbe bisogno di una persona eccezionale, per superare questo problema, quello del virus). Pensano che Tom Brady dovrebbe guidare lo sforzo. Sono solo notizie false e mi piace Tom Brady, gli ho parlato l’altro giorno. È un ragazzo eccezionale. Ma vorrei che le notizie potessero essere reali, vorrei che fossero oneste, vorrei che non fossero corrotte, ma così è. È così triste da vedere.
Quindi siamo passati dal G20 ai governatori, abbiamo anche parlato del sostegno  economico con i governatori e del pacchetto che stiamo approvando attraverso il Congresso (2200 miliardi di dollari) per fornire l’assistenza finanziaria necessaria alle famiglie che lavorano duramente e alle piccole imprese. Voglio ringraziare democratici e repubblicani al Senato per aver approvato all’unanimità il più grande pacchetto di aiuti finanziari nella storia americana, da 96 (i senatori) a zero, e devo dire che è di gran lunga il più grande. E sono profondamente grato che entrambe le parti si siano unite per fornire soccorso ai lavoratori e alle famiglie americane in questa ora di bisogno. La Camera dei Rappresentanti dovrà ora approvare questo disegno di legge, si spera senza indugio. Penso che si abbia un enorme supporto con il sostegno di 96 senatori, contro nessuno. E, come sapete, un paio di quelle persone sono messe in quarantena e una, Ryan Paul, lo ha effettivamente contratto, il virus, ma starà meglio.
L’enorme pacchetto di aiuti da 2200 miliardi include prestiti per la conservazione del lavoro per le piccole imprese con remissione  del prestito disponibile per le aziende che mantengono i loro dipendenti sul libro paga, è abbastanza buono. Rimettere il debito, mantenere i lavoratori sul libro paga, è abbastanza buono. I pagamenti diretti in contanti saranno disponibili per i cittadini americani che guadagnano meno di 99.000 all’anno. 3.400 dollari per la tipica famiglia di quattro persone. Prestazioni di disoccupazione estese, il lavoratore medio che ha perso il lavoro riceverà il 100% del proprio stipendio per un massimo di quattro mesi interi. Queste sono cose a cui, tra l’altro, dobbiamo aggiungere anche altro, ma ci sono cose che nessuno ha mai fatto, con un pacchetto come questo. Spero che venga approvato altrettanto facilmente nella Camera dei Rappresentanti. Davvero, da ciò che sento, penso che passerà abbastanza facilmente. Supporto  per le industrie più colpite con un divieto di riacquisto di azioni societarie e nuove solide garanzie per prevenire l’abuso di compensi da parte dei dirigenti. Oltre 100 miliardi per i nostri fantastici medici, infermieri e ospedali, 45 miliardi per il fondo di soccorso in caso di catastrofe, più che raddoppiando la quantità disponibile, questa è roba tremenda. 27 miliardi per la risposta del coronavirus, di cui 16 miliardi per costituire la riserva nazionale strategica, con forniture critiche, tra cui maschere, respiratori e tutti i tipi di prodotti farmaceutici. 3 miliardi e mezzo di dollari per estendere l’assistenza ai fornitori di servizi di assistenza all’infanzia e all’assistenza all’infanzia, i benefici per gli operatori sanitari, i primi soccorritori e altri in prima linea nella crisi, e queste sono persone davvero coraggiose e incredibili, lo devo dire. E alcuni di essi si ammala, altri si ammalano gravemente e alcuni non si riprendono nemmeno. Sono persone incredibili. 1 miliardo per gli acquisti del Defence Production Act. Come sapete, stiamo usando l’atto, ma lo usiamo solo quando necessario. Lo usiamo come leva, in genere non dobbiamo usarlo per realizzare ciò che vogliamo ottenere. Ad oggi, Fema  (l’ente federale per la gestione delle emergenze) ha spedito oltre 9 milioni di maschere n95, 20 milioni di maschere per il viso, 3,1 milioni di protezioni per il viso, quasi 6.000 ventilatori, 2,6 milioni di abiti, 14,6 milioni di guanti, e ne inviamo di più ogni giorno, oltre ad enormi quantità di attrezzature in arrivo.
Molte grandi aziende stanno fabbricando attrezzature proprio ora. I ventilatori, ovviamente, richiedono un po’ più di tempo per essere realizzati, ma abbiamo molte aziende che li producono e saremo in grado di fornirli. Come sapete, i test stanno andando molto, molto bene. Era obsoleto e e lo abbiamo migliorato, e ora sta andando davvero bene. Ne stiamo facendo scorta in modo tale da essere in grado di spedirli, poi, direttamente agli stati.
Ora posso annunciare qualcosa che penso sia incredibile, quello che hanno fatto in Marina, perché l’incredibile nave dell’ospedale navale, la Usns Comfort, sarà in viaggio a New York sabato. Hanno fatto la manutenzione rapidamente e sarebbe rimasta lì per un po’ di più, altre tre o quattro settimane, e ora dovrebbe essere in arrivo. Ho detto al governatore 20 minuti fa, il governatore Cuomo, che la nave arriverà al porto di New York lunedì. Dopo essere stata completamente caricata con forniture mediche,  sarà condotta alla base navale di Norfolk, e da lì partirà. Si prevede quindi che, s’intende, stiamo risparmiando circa 3-4 settimane per l’incredibile lavoro svolto dalla Marina Militare, e non vedo l’ora che arrivi sabato. La nave arriverà e credo che ci sarà qualche cerimonia. Attraccherà al Molo 90 a Manhattan per fornire la capacità di sovraccarico ospedaliero per l’area metropolitana di New York, quindi è una capacità massima. Potrebbero usarlo per questo o potrebbero ospitare altre persone che arrivano da ospedali estranei al virus, mentre gli ospedali a terra si occuperanno del  virus. Vedremo come faranno. Potrebbero farlo in entrambi i modi, in un modo o nell’altro, qualunque sia il migliore. Ma potrebbe essere, perché è impostato così bene per un normale ospedale, che potrebbero portare le persone fuori dagli ospedali e quindi utilizzare quelle stanze per il virus.
Il National Institute of Health e il settore privato, lavorando a stretto contatto con la Fda, continuano a collaborare per scoprire e testare trattamenti e terapie che possono effettivamente ridurre la durata e i sintomi del virus e aiutare, aiutare molto, le persone a recuperare. E sono fermamente impegnato nel portare questi trattamenti sul mercato molto rapidamente. Abbiamo molti test in corso per quanto riguarda i diversi medicinali e speriamo di essere fortunati. Spero che colpiremo nel segno. Molti scienziati e dottori di talento stanno lavorando su terapie, cure e vaccini. Penso che stiamo andando molto bene. Tony (l’infettivologo Fauci) potrebbe parlarne un po’ più tardi, ma penso che stiamo andando molto bene anche per quanto riguarda i vaccini. Penso che stiamo andando bene per quanto riguarda molte delle cose che ho appena menzionate, ma dovremo vedere cosa succede. Ne sapremo abbastanza presto su molte di esse. Ogni americano dovrebbe essere orgoglioso dell’incredibile spirito che il nostro Paese ha portato a questo sforzo. È stato incredibile. I cittadini di ogni ceto sociale si sono riuniti per invertire la tendenza in questa battaglia. Stiamo assistendo alla straordinaria unità americana come molte persone non hanno mai visto, fino ad ottenere un voto (al Senato). Stiamo parlando di trilioni di dollari e ottieniamo un voto da 96, con nessun contrario. Stiamo combattendo contro questo virus usando ogni risorsa finanziaria, scientifica, medica, farmaceutica e militare per fermare la sua diffusione e proteggere i nostri cittadini.
Voglio esprimere il nostro enorme ringraziamento al popolo americano per aver continuato a praticare il distanziamento sociale, così come voi la state praticando qui. Non lo so, questa stanza potrebbe non essere più la stessa. E il vostro impegno farà la differenza nel mondo, e questo sarà uno dei più grandi: restiamo a casa per un po’. Rilassiamoci, restiamo a casa. Si fanno molti progressi mentre continuiamo a raccogliere più informazioni e acceleriamo i test, dei quali  stiamo facendo un numero record, molto più di qualsiasi altro Paese.
Voi avete  sentito parlare così tanto della Corea del Sud, con i media che hanno ripetuto Corea del Sud, Corea del Sud. Noi abbiamo un ottimo rapporto con il presidente Moon e la Corea del Sud. Ma quando sento così tanto parlare della Corea del Sud, faccio presente che in otto giorni facciamo più test di quanti ne abbiano fatti loro in otto settimane, ed è un test molto sofisticato. Saremo in grado di implementare ancora più approcci basati sui dati e mirati per rallentare il virus.alla fine è una cosa molto devastante. Ecco perché oggi ho inviato una lettera ai governatori degli Stati Uniti descrivendo come utilizzeremo i dati per aggiornare le linee guida esistenti sul distanziamento sociale, che saranno sviluppate in stretto coordinamento con i funzionari e gli scienziati della sanità pubblica della nostra nazione.
Grazie ai sacrifici dei nostri grandi dottori e infermieri e operatori sanitari, della genialità dei nostri scienziati e ricercatori e della bontà e generosità della nostra gente, so che raggiungeremo la vittoria e torneremo rapidamente sulla via della salute, della sicurezza e della prosperità per tutti i nostri cittadini. Dobbiamo tornare al lavoro. Le nostre persone vogliono lavorare, vogliono tornare indietro. Devono tornare indietro e parleremo di appuntamenti, parleremo con molti grandi professionisti. Ma questo è un paese che è stato costruito per farlo e la nostra gente vuole tornare al lavoro. Lo sento forte e chiaro da tutti, quindi vedremo cosa succede. Avremo molte più informazioni all’inizio della prossima settimana e le riferiremo.
Questi sono gli Stati Uniti d’America, non vogliono sedersi e aspettare. E comunque, molte persone fraintendono quando dico di tornare indietro. Praticheranno, per quanto è possibile, l’allontanamento sociale e il lavarsi le mani e non stringere le mani, e tutte le cose di cui parliamo così tanto. Ma devono tornare al lavoro. Il nostro paese deve tornare al prima. Il nostro paese si basa su questo. E penso che accadrà abbastanza rapidamente. Sono stati fatti molti progressi, ma dobbiamo tornare al lavoro. Potremmo prendere sezioni del nostro paese, potremmo prendere ampie sezioni del nostro paese che non sono così gravemente colpite e possiamo farlo in questo modo, ma dobbiamo iniziare il processo abbastanza presto.
  •  
  •  

Aggiungi un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here