Home News Libano: autobomba contro blindato spagnolo, sei morti

Libano: autobomba contro blindato spagnolo, sei morti

0
23

Sei soldati Onu in missione Unifil-2, tre spagnoli e tre colombiani che prestavano servizio nell'esercito ispanico, hanno perso la vita nell'esplosione di ieri avvenuta nei pressi di Dardara, nel Libano del sud, due i feriti. Lo ha reso noto il ministro della Difesa spagnolo, Jose Antonio Alonso.

I sospetti ricadono su al-Qaeda, stando a quanto riferito dallo stesso governo spagnolo. Intanto è stata confermata la notizia secondo cui l'esplosione non sarebbe stata causata da un ordigno radiocomandato ma da un autobomba (una Renault Rapid bianca). Il ministro Alonso, ha riferito alla stampa che la rotta su cui è avvenuto l'incidente è utilizzata quotidianamente dai militari del suo paese, ragion per cui l'attacco sarebbe stato premeditato.

Nessuno casco blu italiano coinvolto nell'attentato anche se dalle immagini disponibili si notano dei militari con lo scudetto tricolore che stanno prestando i primi soccorsi. Immediate le condanne dell'attentato provenienti da più parti, perfino al-Manar, la televisione sciita Hezbollah, ha definito l'attentato come “sospetto” e ha riferito tramite un comunicato che “Quest'attacco danneggia la gente del sud e tutto il Libano e alimenta l'insicurezza e l'instabilità”.


A quanto pare, all'interno del mezzo blindato di tipo “Fap” c'era una cassa contenente munizioni che sarebbe esplosa in seguito alla prima detonazione, scagliando lontano i corpi di due militari.

La missione Unifil nel sud del Libano può contare su circa 13.000 soldati, tra cui circa 1.100 spagnoli.





  •  
  •  

Aggiungi un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here