M.O. Rice attesa nel pomeriggio a Israele

LOCCIDENTALE_800x1600
LOCCIDENTALE_800x1600
Dona oggi

Fai una donazione!

Gli articoli dell’Occidentale sono liberi perché vogliamo che li leggano tante persone. Ma scriverli, verificarli e pubblicarli ha un costo. Se hai a cuore un’informazione approfondita e accurata puoi darci una mano facendo una libera donazione da sostenitore online. Più saranno le donazioni verso l’Occidentale, più reportage e commenti potremo pubblicare.

M.O. Rice attesa nel pomeriggio a Israele

19 Settembre 2007

Il Consiglio di
difesa israeliano da questa mattina è riunito per discutere la pericolosità
della striscia di Gaza, dopo che gli uomini di Hamas hanno potenziato le loro
forze militari. Intanto si attende a Gerusalemme l’arrivo di Condoleezza Rice, che
sarà la nuova spola tra Israele e Palestina.

L’allarme del governo israeliano è legato anche al recente
attacco subito contro una base militare, in cui sono stati feriti settanta
militari.

Secondo il presidente della Commissione affari esteri e
difesa, Zahi Hanegbi (Kadima), Israele considera le milizie di Hamas come “l’avanguardia
della penetrazione regionale da parte dell’Iran”. Ma, secondo la stampa locale
di oggi, i ministri di Israele non sono intenzionati a compiere operazioni
militari di vasta portata e preferiscono adottare una politica meno aggressiva
contro la striscia di Gaza. La soluzione ottimale pare essere una serie di
sanzioni economiche, fra cui la decurtazione delle forniture di corrente
elettrica.

Nel primo pomeriggio la Rice aprirà i colloqui con i
dirigenti israeliani incontrando il ministro degli esteri Tzipi Livni. Sono
previsti anche degli incontri con il premier Ehud Olmert, con il presidente
Shimon Peres e con il leader della opposizione nazionalista Benyamin Netanyahu.
Domani sarà a Ramallah dal presidente Abu Mazen e dal premier Salam Fayyad.