Mafia. Arrestati 38 pregiudicati mandanti ed esecutori di omicidi

Dona oggi

Fai una donazione!

Gli articoli dell’Occidentale sono liberi perché vogliamo che li leggano tante persone. Ma scriverli, verificarli e pubblicarli ha un costo. Se hai a cuore un’informazione approfondita e accurata puoi darci una mano facendo una libera donazione da sostenitore online. Più saranno le donazioni verso l’Occidentale, più reportage e commenti potremo pubblicare.

Mafia. Arrestati 38 pregiudicati mandanti ed esecutori di omicidi

09 Settembre 2009

Un gruppo di 38 pregiudicati, capi clan e affiliati all’organizzazione di tipo mafioso Sacra Corona Unita salentina, indagati per omicidio e tentativo di omicidio aggravati dal metodo mafioso, è stato bloccato all’alba da agenti della polizia e dai carabinieri del Ros di Lecce. L’ordinanza di custodia cautelare in carcere, disposta dal gip presso il Tribunale di Lecce, che ha accolto le richieste della Direzione Distrettuale Antimafia, è stata eseguita da polizia e carabinieri in provincia di Lecce e in altre località del territorio nazionale.

Le indagini, condotte dagli investigatori del Ros e dalla Squadra Mobile, avviate nel 2002 e incentrate sui clan della frangia leccese della Scu attivi nel Salento, hanno consentito di ricostruire, anche sulla base delle dichiarazioni di alcuni collaboratori di giustizia, i moventi, gli autori e i mandanti di 18 omicidi e 10 tentati omicidi, commessi durante la guerra di mafia che determinò il cruento scontro armato per il controllo del territorio, che tra il 1987 e il 2002 vide contrapposti gli storici sodalizi leccesi De Tommasi e Tornese e successivamente all’interno dello stesso clan De Tommasi tra il gruppo Toma-Cerfeda e Pellegrino-Presta-Vincenti.