Mafia. Bossi: “Bisogna modificare la legge sui pentiti”

LOCCIDENTALE_800x1600
LOCCIDENTALE_800x1600
Dona oggi

Fai una donazione!

Gli articoli dell’Occidentale sono liberi perché vogliamo che li leggano tante persone. Ma scriverli, verificarli e pubblicarli ha un costo. Se hai a cuore un’informazione approfondita e accurata puoi darci una mano facendo una libera donazione da sostenitore online. Più saranno le donazioni verso l’Occidentale, più reportage e commenti potremo pubblicare.

Mafia. Bossi: “Bisogna modificare la legge sui pentiti”

06 Dicembre 2009

Il ministro delle Riforme Umberto Bossi pensa che la legge sui pentiti vada rivista. A margine di una visita al presepe di Palazzo Marino a Milano, il capo del Carroccio ha risposto "per me sì" a chi gli chiedeva se la legge debba essere modificata.

"Berlusconi non penso vada in giro a mettere bombe – ha detto il ministro delle Riforme -. Diciamo che la mafia si è un po’ arrabbiata perché noi abbiamo fatto leggi pesantissime contro la mafia e quindi si è mossa e si sta muovendo".

Poi il Senatur ha parlato del nodo delle riforme affermando che "la Lega Nord è aperta a riforme condivise". Bossi lo ha sottolineato ricordando però che la sua riforma costituzionale che prevedeva "la diminuzione del numero di parlamentari fu bocciata dalla sinistra". "Può darsi – ha osservato – che si sia pentita e sia d’accordo a fare una legge comune per cambiare alcune cose". Il leader della Lega ha tenuto però a precisare che "le riforme costituzionali non sono ad personam ma servono a cambiare il Paese".