Home News Manganelli: “Clandestini minacciano la sicurezza”

Manganelli: “Clandestini minacciano la sicurezza”

0
104

Antonio Manganelli, nella sua prima uscita pubblica da nuovo capo della polizia davanti alla commissione Affari costituzionali, ha confermato che la politica dell’immigrazione seguita dal governo fino ad oggi sta facendo crescere nel Paese in maniera esponenziale la sensazione d’insicurezza, soprattutto nel nord Italia. E' da temere, nondimeno, il “terrorismo fai da te”.

“Ci preoccupa la situazione del Nord Italia dove la criminalità legata all’immigrazione clandestina è una realtà”, ha affermato Manganelli. I dati indicano, infatti, che oltre “la metà dei reati commessi nelle regioni del Nord sono di stranieri, nella stragrande maggioranza clandestini”.

Quanto al terrorismo, il capo della polizia ha sostenuto che teme “l’artigianato locale” perché più invisibile, più difficile da scoprire e combattere, ma “non meno pericolosa espressione di Al Qaeda’’.

Per Manganelli la multinazionale del terrore è un “logo, una matrice”, utilizzati dai gruppi presenti in molti paesi per mettere “in piedi forme di aggressioni all’Occidente e ai sui principi”. Per questo “il terrorista fai da te è pericoloso, perché i suoi esplosivi sono pericolosi quanto quelli dei terroristi super addestrati”. Lo conferma la scelta dei “terroristi fai da te” per gli ultimi attentati nel Regno Unito di “utilizzare liquidi infiammabili e bombole, che non sono illegali e che messi insieme fanno danni seri comporta per i terroristi un metodo molto conveniente di compiere l’attentato”. Quanto alla lotta a “Cosa Nostra”, Manganelli ha detto che il rientro dagli Usa degli “scappati”, dei mafiosi, cioè, fuggiti oltre Oceano negli anni ottanta per sopravvivere alle guerre di mafia, potrebbe nascondere una profonda ristrutturazione del potere delle famiglie mafiose siciliane, costrette al turn over dai successi dello Stato ottenuti nell’ultimo decennio.

  •  
  •  

Aggiungi un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here