Home News Mastella attacca i magistrati. Prodi chiama il guardasigilli

Mastella attacca i magistrati. Prodi chiama il guardasigilli

1
32

Il presidente del Consiglio, Romano Prodi, ha telefonato al ministro della Giustizia, Clemente Mastella, non appena appresa la notizia del provvedimento nei confronti della moglie del Guardasigilli, Sandra Lonardo.

Nel corso della conversazione il premier ha espresso al leader del partito del Campanile la sua solidarietà per quanto avvenuto. Lo riferiscono fonti della presidenza del Consiglio.

Applausi unanimi sono piovuti, pochi minuti fa in Aula alla Camera, nei confronti del ministro della Giustizia Clemente Mastella che ha annunciato le sue dimissioni.

E' stato soprattutto il centrodestra a battere le mani per sottolineare i passaggi più significativi del suo intervento: al termine dell'intervento del ministro, molti deputati dell'opposizione erano in piedi. E sempre dall'opposizione sono arrivati gli applausi più convinti, quando Mastella ha attaccato i magistrati e l'abuso nel ricorso alle intercettazioni.

L'applauso più forte, quando Mastella ha detto "non si capisce perché quello che fanno i politici è illecito e quello che fanno i magistrati è sempre lecito".

Ad ascoltare Mastella, sul banco del governo c'erano il ministro per i Rapporti con il Parlamento Vannino Chiti, i sottosegretari Ricardo Levi e Giampaolo D'Andrea, il viceministro Sergio D'Antoni.

  •  
  •  

1 COMMENT

  1. commento sull,’arresto della moglie di Mastella
    Rispondo al Sig. Mastella , come mai quello che fanno i politici è sempre lecito e quello che fanno i cittadini non lo è, e poi la giustizia Divina esiste.

Aggiungi un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here