Home News Messico. Ucciso sindaco di una località vicino all’area delle stragi di migranti

Messico. Ucciso sindaco di una località vicino all’area delle stragi di migranti

0
1

È stato ucciso da sconosciuti, probabilmente sicari dei narcotrafficanti, il sindaco di una località messicana situata nella stessa regione dove la scorsa settimana sono stati massacrati 72 emigranti clandestini. Lo si è appreso da fonti giudiziarie.

La vittima - ha dichiarato uno degli inquirenti, coperto dall'anonimato - è Leal Garcia, 46 anni, sindaco di Hidalgo, piccola città di 25.000 abitanti nella regione di San Fernando. È stato raggiunto da numerosi colpi d'arma da fuoco mentre si trovava al volante della sua vettura.

La figlioletta di 4 anni, che viaggiava con lui, è in gravi condizioni. Garcia avrebbe concluso il suo mandato alla fine dell'anno. Il suo predecessore era stato gravemente ferito un anno fa in un attentato.

Intanto, sono giunti in Arizona i primi 30 soldati della Guardia Nazionale destinati ad essere schierati al confine col Messico per bloccare i trafficanti e gli immigrati illegali. In totale, saranno oltre 500 i membri della Guardia Nazionale attesi in Arizona.

Dopo tre settimane di addestramento i militari saranno dislocati di vedetta nelle zone preferite dai trafficanti per attraversare illegalmente il confine. I membri della Guardia Nazionale saranno armati ("per autodifesa") ma non avranno il potere di fare arresti. Avvistati i trafficanti e gli immigrati clandestini i soldati della Guardia Nazionale dovranno avvisare la polizia o le guardie di confine che potranno procedere agli arresti. Alcuni membri della Guardia Nazionale saranno inoltre dislocati alle centrali di controllo, con monitor e dispositivi elettronici, che vigilano sulla sicurezza dei confini tra Stati Uniti e Messico.

  •  
  •  

Aggiungi un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here