Messina. 61enne colpisce la nipote con un’ascia durante lite per un parcheggio

Dona oggi

Fai una donazione!

Gli articoli dell’Occidentale sono liberi perché vogliamo che li leggano tante persone. Ma scriverli, verificarli e pubblicarli ha un costo. Se hai a cuore un’informazione approfondita e accurata puoi darci una mano facendo una libera donazione da sostenitore online. Più saranno le donazioni verso l’Occidentale, più reportage e commenti potremo pubblicare.

Messina. 61enne colpisce la nipote con un’ascia durante lite per un parcheggio

14 Giugno 2009

Una donna di 31 anni è ricoverata in prognosi riservata nell’ospedale di Sant’Agata di Militello per le ferite causate da un colpo di ascia alla testa, inferto dallo zio, al culmine di una lite familiare.

L’uomo, Salvatore Sirna, 61 anni, è stato arrestato dai carabinieri con l’accusa di tentativo di omicidio. Sirna avrebbe aggredito la nipote che era andata in soccorso della madre, con la quale era sorto un diverbio per un parcheggio. Nella colluttazione è rimasto ferito lievemente anche un altro familiare.

Secondo una prima ricostruzione dei carabinieri, tra Sirna e la sorella da tempo esistevano dei dissidi; la donna oggi pomeriggio tornando a casa in via Messina, ha trovato l’auto del fratello, che abita vicino, posteggiata male, con il mezzo che le impediva di passare. Ha dunque chiamato il fratello per far spostare l’auto e tra i due è nata una lite.

Patrizia Pidalà è corsa fuori per aiutare la madre, assieme al cugino Federico Smiriglia, 21 anni. A quel punto Salvatore Sirma avrebbe colpito con l’ascia la nipote alla testa e il ragazzo a una mano. I familiari hanno chiamato l’ambulanza che ha trasportato i due feriti in ospedale. Il giovane è stato medicato, con una prognosi di cinque giorni. Sirna non ha opposto alcuna resistenza ai carabinieri.