Milan, Galliani: “Credo si farà operazione Ronaldinho”

Dona oggi

Fai una donazione!

Gli articoli dell’Occidentale sono liberi perché vogliamo che li leggano tante persone. Ma scriverli, verificarli e pubblicarli ha un costo. Se hai a cuore un’informazione approfondita e accurata puoi darci una mano facendo una libera donazione da sostenitore online. Più saranno le donazioni verso l’Occidentale, più reportage e commenti potremo pubblicare.

Milan, Galliani: “Credo si farà operazione Ronaldinho”

10 Aprile 2008

“Credo che questa operazione si farà”.
Lo afferma l’amministratore delegato del Milan,
Adriano Galliani, circa la trattativa in corso per l’acquisto del giocatore brasiliano del
Barcellona Ronaldinho.

Entrando nella sede della Lega Calcio,
Galliani ha confermato anche come aveva già detto Berlusconi che
era prevista una cena con il presidente del Barcellona, Joan
Laporta, saltata all’ultimo momento per impegni del manager
catalano. L’amministratore delegato del Milan ha detto poi di non
sapere se il passaggio del Barcellona alla semifinale di
Champions League rafforzerà la posizione di Laporta e quindi
indirettamente il trasferimento del giocatore, mentre invece ha
confermato come su Ronaldinho si stia giocando “un derby di
mercato con l’Inter: il signor Branca mi informa di ogni
telefonata che parte”.

Per quanto riguarda un possibile ritorno di Andriy Shevchenko,
Galliani spiega che “ci sono le porte aperte, ma come per
Ronaldinho si tratta di giocatori sotto contratto, tesserati per
altre società e quindi sono desideri, auspici, che magari si
realizzeranno”. “Sono però convinto – ha concluso Galliani – che
se i due giocatori si muoveranno da Barcellona e da Londra sarà
per venire a Milano sponda Milan, ma potrebbe essere che le
società non li muovano”.

Alla domanda dei cronisti su una presunta telefonata di
Shevchenko ad Ancelotti, “per capire che aria tira”, Galliani ha
risposto: “Chiedetelo ad Ancellotti che gradisce molto sia
Shevchenko che Ronaldinho”.