MO, Alli: Riconoscimento unilaterale e immediato Palestina non è realistico. Necessaria ripresa negoziati

LOCCIDENTALE_800x1600
LOCCIDENTALE_800x1600
Dona oggi

Fai una donazione!

Gli articoli dell’Occidentale sono liberi perché vogliamo che li leggano tante persone. Ma scriverli, verificarli e pubblicarli ha un costo. Se hai a cuore un’informazione approfondita e accurata puoi darci una mano facendo una libera donazione da sostenitore online. Più saranno le donazioni verso l’Occidentale, più reportage e commenti potremo pubblicare.

MO, Alli: Riconoscimento unilaterale e immediato Palestina non è realistico. Necessaria ripresa negoziati

27 Febbraio 2015

“La nostra mozione sostiene il principi della necessità di una ripresa del percorso dei negoziati ma non contiene un esplicito riferimento nel riconoscimento dello stato Palestina. Del resto anche nella mozione Pd si parla di promozione del riconoscimento e quindi non di riconoscimento immediato”. A dirlo è Paolo Alli, deputato del Nuovo Centrodestra del Gruppo Area Popolare (Ncd-Udc) e Vice Presidente dell’Assemblea Parlamentare della Nato.  “Siamo d’accordo – precisa Alli – al raggiungimento di una soluzione che preveda due popoli e due stati, ma questo deve avvenire alla fine di un processo negoziale che porti a un accordo tra Israele e Palestina altrimenti non ci sarebbe stabilità reale. Del resto il riconoscimento immediato unilaterale non è realistico perché la Palestina non è stata finora in grado di arginare Hamas, che ha nel proprio statuto la distruzione di Israele”.