Home News MO. Ripresa colloqui diretti tra Israeliani e Palestinesi alla presenza di Obama

MO. Ripresa colloqui diretti tra Israeliani e Palestinesi alla presenza di Obama

0
52

Israeliani e palestinese dovrebbero accettare l'invito a riprendere il negoziato di pace attraverso colloqui diretti, già il prossimo 2 settembre a Washington, alla presenza del presidente Barack Obama. È quanto ha riferito una fonte diplomatica all'agenzia Reuters. Secondo la stessa fonte, le due parti in conflitto avrebbero accolto l'invito che da parte del quartetto composto da Usa, Ue, Russia e Onu. Un comunicato ufficiale dovrebbe essere diffuso nella giornata di venerdì.

Qualche ora fa il portavoce del dipartimento di Stato, P.J Crowley, aveva fatto capire che qualcosa si stava muovendo: "Pensiamo di essere molto, molto vicini alla decisione delle due parti in conflitto di tenere colloqui diretti. Come mai prima - aveva detto Crowley - crediamo che siamo ben posizionati per raggiungere questo obbiettivo". Lo stesso Crowley ha riferito che Hillary Clinton aveva chiamato il premier palestinese, Salam Fayyad e il ministro degli Esteri giordano Nasser Judeh, oltre all'ex primo ministro inglese Tony Blair, il rappresentante speciale del quartetto. I negoziati di pace potrebbero così riprendere, dopo la sospensione del dicembre 2008.

Il premier israeliano Benjamin Netanyahu e il presidente palestinese Abu Mazen (Mahmud Abbas) sono insomma attesi a Washington per i primi di settembre, su invito del presidente americano Barack Obama. Sarà Il segretario di Stato Hillary Clinton ad annunciare venerdì la ripresa di colloqui diretti tra israeliani e palestinesi dopo uno stop di 20 mesi. L'amministrazione Obama s'è rifiutata di confermare la notizia, aggiungendo che comunque per avere l'annuncio ufficiale bisogna ancora limare qualche dettaglio. Tuttavia, malgrado la prudenza sia sempre d'obbligo, il giornale newyorchese New York Times dà per scontata questa ripresa dei negoziati di pace sottolineando che rappresenta "una piccola vittoria" di Barack Obama Obama nei suoi sforzi ripetuti nel far rivivere il processo di pace in Medio Oriente.

Non sono ancora pubblici i particolari che hanno portato alla ripresa dei negoziati. È emerso, tuttavia, che i leader delle due parti in conflitto hanno accettato di assumere un anno di tempo come tempo limite per concludere i colloqui. Un passo cruciale, visto che da tempo i palestinesi erano preoccupati di annegare in un negoziato illimitato e indefinito con Israele.

  •  
  •  

Aggiungi un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here