Myanmar. Centomila in piazza, interviene la polizia

LOCCIDENTALE_800x1600
LOCCIDENTALE_800x1600
Dona oggi

Fai una donazione!

Gli articoli dell’Occidentale sono liberi perché vogliamo che li leggano tante persone. Ma scriverli, verificarli e pubblicarli ha un costo. Se hai a cuore un’informazione approfondita e accurata puoi darci una mano facendo una libera donazione da sostenitore online. Più saranno le donazioni verso l’Occidentale, più reportage e commenti potremo pubblicare.

Myanmar. Centomila in piazza, interviene la polizia

25 Settembre 2007

Oggi una nuova imponete marcia, per manifestare contro il regime
militare del Myanmar si è svolta  nell’ex
capitale birmana, Yangoon.  La protesta
si è conclusa senza alcun incidente, ma questa volta sono stati dispiegati
agenti di polizia in tenuta antisommossa.

A manifestare intorno alla millenaria pagoda di Shwedagon c’erano
centinaia di migliaia di persone tra monaci e civili. La mobilitazione contro la
giunta militare, al potere da quarantacinque anni, mira ad ottenere una
maggiore partecipazione della collettività alla vita politica e economica del
paese.

 Gli agenti, armati di
fucili, scudi e bastoni, sono stati schierati nella parte della città chiamata
Botataung, vicino ai luoghi teatro delle ultime manifestazioni.