Home News ‘Ndrangheta. Inviata lettera con minacce e proiettile a pm di Reggio Calabria

‘Ndrangheta. Inviata lettera con minacce e proiettile a pm di Reggio Calabria

0
70

Una busta anonima con un biglietto di minacce e un proiettile è stato inviata oggi al sostituto procuratore della Dda di Reggio Calabria, Giuseppe Lombardo. La lettera è stata intercettata in un ufficio postale della città dello stretto. A renderlo noto è stato il procuratore di Reggio Calabria, Giuseppe Pignatone.

Giuseppe Lombardo si occupa dei processi di 'ndrangheta, tra cui quello "testamento" contro i presunti intrecci tra le 'ndrine della città e i palazzi del potere. Nel precedimento è indagato anche Massimo Labate, ex poliziotto e consigliere comunale di Alleanza Nazionale.

Il sindaco di Reggio Calabria, Giuseppe Scopelliti, ha voluto esprimere la sua "solidarietà al magistrato minacciato per il vile attacco", e si è detto certo di "una risposta sempre più forte di coesione da parte delle istituzioni e da parte della città tutta". Lo stesso primo cittadino si è detto molto amareggiato per quanto sta accadendo negli ultimi tempi in città.

La lettera di minacce, infatti, è solo l'ultimo atto di una strategia di intimidazione alla magistratura iniziata il 3 gennaio scorso con l'attentato compiuto alla Procura generale. A compierlo furono due persone, giunte sul posto a bordo di uno scooter. Uno dei due si avvicinò al portone della Procura generale e lasciò una bombola di gas, su cui era stato collocato dell'esplosivo, accendendo la miccia cui era collegata. Lo scoppio provocò danni al portone degli uffici della Procura generale, scardinando un'inferriata.

Giovedì scorso, inoltre, in occasione della visita del Capo dello Stato Giorgio Napolitano a Reggio Calabria, venne ritrovata a poche centinaia di metri dal percorso presidenziale, un'automobile al cui interno c'erano, oltre a due pistole e due fucili, due ordigni rudimentali collegati ad una miccia a lenta combustione. Una vicenda che, per gli investigatori, potrebbe essere strettamente legata all'attentato  alla Procura generale. 

Con un comunicato, Pignatone scrive che questa è un'ulteriore "riprova del tentativo di intimidire e condizionare l'attività della magistratura reggina impegnata in una difficile azione di contrasto contro la 'ndrangheta. Da parte nostra continueremo a lavorare con serenità e fermezza".

Intanto, il segretario del Pd Pier Luigi Bersani ha espresso la piena solidarietà del suo partito nei confronti di Giuseppe Lombardo: ''Ancora una volta - ha detto Bersani - un vile messaggio d'intimidazione nei confronti di un magistrato che lotta in prima linea per la legalità e contro le mafie in Calabria''.
 

  •  
  •  

Aggiungi un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here