Nuova proposta di Brunetta: “Compensi dei conduttori sui titoli di testa e coda”

LOCCIDENTALE_800x1600
LOCCIDENTALE_800x1600
Dona oggi

Fai una donazione!

Gli articoli dell’Occidentale sono liberi perché vogliamo che li leggano tante persone. Ma scriverli, verificarli e pubblicarli ha un costo. Se hai a cuore un’informazione approfondita e accurata puoi darci una mano facendo una libera donazione da sostenitore online. Più saranno le donazioni verso l’Occidentale, più reportage e commenti potremo pubblicare.

Nuova proposta di Brunetta: “Compensi dei conduttori sui titoli di testa e coda”

02 Dicembre 2009

I compensi dei conduttori inseriti nei titoli di testa e di coda delle trasmissioni Rai. È l’idea del ministro della Funzione Pubblica, Renato Brunetta. Intervendendo a "Cominciamo bene" di Rai Tre, il ministro lancia una proposta su cui sta lavorando con il direttore generale Mauro Masi. "Non è giusto che in Rai ci siano figli e figliastri, contratti milionari e contrattini", ha chiosato il ministro.

"Dobbiamo pubblicare nei titoli di testa e di coda delle trasmissioni Rai tutti i compensi dei conduttori. Sto cercando di fare trasparenza e ci riuscirò, anche nella Rai che ha un azionista pubblico. Vuol dire dare il giudizio nelle mani dei cittadini", afferma Brunetta. La Rai, aggiunge, "è un concentrato di professionalità. Perché fare figli e figliastri? Ne ho parlato con il direttore Masi e stiamo lavorando".

"I compensi devono essere attribuiti a prescindere dall’audience", ha spiegato Brunetta che ribadisce: "E’ un’iniziativa che serve perché si tratta di soldi pubblici". "Bisogna dare il giudizio nelle mani dei cittadini", ha aggiunto dicendosi sicuro di portare a compimento il progetto: "Ci riuscirò", ha concluso il ministro.