Olimpiadi: la fiaccola “presto” in Tibet con un percorso segreto

Dona oggi

Fai una donazione!

Gli articoli dell’Occidentale sono liberi perché vogliamo che li leggano tante persone. Ma scriverli, verificarli e pubblicarli ha un costo. Se hai a cuore un’informazione approfondita e accurata puoi darci una mano facendo una libera donazione da sostenitore online. Più saranno le donazioni verso l’Occidentale, più reportage e commenti potremo pubblicare.

Olimpiadi: la fiaccola “presto” in Tibet con un percorso segreto

16 Giugno 2008

Gli organizzatori cinesi della staffetta olimpica hanno annunciato oggi che la fiaccola andrà "presto" a fare tappa nel Tibet, ma hanno rifiutato di indicare la data precisa.

La fiaccola giungerà nel Tibet dopo aver attraversato questa settimana la regione occidentale del Xinjiang, secondo Li Lizhi, del centro per la staffetta olimpica dei Giochi di Pechino.

Inizialmente, la fiaccola doveva attraversare il Tibet il 18 e il 19 giugno, prima di percorrere la regione a maggioranza musulmana del Xinjiang e la provincia del Qinghai.

Le cause di questo cambiamento dell’ultimo minuto non sono chiare, ma il percorso della fiaccola in Tibet è stato tenuto segreto. Ai giornalisti stranieri è tuttora vietato recarsi in Tibet, dove una violenta protesta contro il regime cinese in marzo ha portato Pechino a ristabilire la calma con la forza. In un primo momento era previsto che la tappa tibetana dovesse durare due giorni, ma all’inizio di giugno è stato deciso di ridurla a un solo giorno.