Pakistan, militanti di al Qaeda rapiscono 7 soldati

LOCCIDENTALE_800x1600
LOCCIDENTALE_800x1600
Dona oggi

Fai una donazione!

Gli articoli dell’Occidentale sono liberi perché vogliamo che li leggano tante persone. Ma scriverli, verificarli e pubblicarli ha un costo. Se hai a cuore un’informazione approfondita e accurata puoi darci una mano facendo una libera donazione da sostenitore online. Più saranno le donazioni verso l’Occidentale, più reportage e commenti potremo pubblicare.

Pakistan, militanti di al Qaeda rapiscono 7 soldati

19 Settembre 2007

Un gruppo di militanti filo talebani ha sequestrato oggi
sette soldati pakistani nella zona tribale al confine con l’Afghanistan. I
militari sono stati catturati dopo che i miliziani hanno fatto esplodere una
serie di razzi ad un check point, nel distretto di Hungu, nel nord Waziristan.

A riferire la notizia è stato il “Dawn” il principale quotidiano
inglese locale.

Nelle ultime settimane i militanti hanno rapito diversi
gruppi di soldati dopo che il governo ha avviato operazioni nell’area, dove
secondo Washington si nasconderebbero alcuni insorti talebani e legati ad al
Qaeda.

Le autorità hanno risposto all’ennesimo rapimento inviando
nella zona una delegazione di anziani tribali per cercare di ottenere il
rilascio dei duecentosessanta soldati rapiti nel sud Waziristan il 30 agosto
scorso. Nelle parole del portavoce del ministero degli Interni, Javed Iqbal
Cheema, si scorge una punta di ottimismo. Il ministro ha infatti ha parlato di “segnali
incoraggianti” per una rapida liberazione dei soldati, parte di un convoglio
militare in apparenza sequestrato senza un conflitto a fuoco. Ha aggiunto che
la autorità stanno cercando una soluzione che scongiuri un’operazione di
salvataggio che metta a repentaglio i civili.