Petrolio: si apre a Madrid congresso mondiale

Dona oggi

Fai una donazione!

Gli articoli dell’Occidentale sono liberi perché vogliamo che li leggano tante persone. Ma scriverli, verificarli e pubblicarli ha un costo. Se hai a cuore un’informazione approfondita e accurata puoi darci una mano facendo una libera donazione da sostenitore online. Più saranno le donazioni verso l’Occidentale, più reportage e commenti potremo pubblicare.

Petrolio: si apre a Madrid congresso mondiale

30 Giugno 2008

Ad appena una settimana dal fallimento del vertice di Gedda, il ‘gotha’ petrolifero mondiale si riunisce a partire da oggi e fino a giovedì a Madrid, per il XIX ‘Congresso mondiale del petrolio’ (World petroleum congress, Wpc), un appuntamento di carattere informale che si tiene ogni tre anni e mette insieme paesi produttori, consumatori, governi e industrie.

Con il petrolio a 140 dollari al barile e il presidente dell’Opep Shakib Khelil che ha previsto prezzi fra i 150 e i 170 dollari durante l’estate, il Congresso di Madrid non si apre certo sotto i migliori auspici. Oltre a Khelil, saranno presenti nella capitale spagnola il direttore generale Abdallah El-Badri, il direttore generale dell’Agenzia internazionale dell’energia Nobuo Tanaka, il commissario Ue all’Energia Andrids Piebalgs e i ministri dell’Energia di molti paesi, fra cui Arabia Saudita, Russia, Venezuela e Iran. Fra i patron delle grandi imprese petrolifere, è atteso Rex Tillerson della ExxonMobil, Christophe de Margerie di Total, Chengyu Fu della Cnooc, Sergio Gabrielli di Petrobras e Jeroen van der Veer di Shell.

Data la perdurante divisione fra paesi produttori e consumatori emersa a Gedda, la domanda è se dal congresso di Madrid potrà uscire qualche messaggio positivo: il formato dei lavori, organizzati in decine di workshop con un calendario serrato e caotico, rende però improbabile un messaggio chiaro. Lo stesso Jorge Segrelles, presidente del comitato organizzatore, ha definito la riunione un "forum per la ricerca attiva di soluzioni" per il settore, e ha ritenuto "poco probabile un comunicato finale".

Al di là delle dichiarazioni politiche in ordine sparso e di discussioni tecniche approfondite su alcuni temi, l’unico risultato certo del Wpc è una pioggia di milioni per Madrid: circa 40 secondo i calcoli degli organizzatori, con il settore alberghiero e della ristorazione in prima linea. L’evento è stato inaugurato ieri dallo stesso Re Juan Carlos e secondo la stampa spagnola, dovrebbe essere una delle prove generali delle olimpiadi del 2016 che Madrid spera di riuscire a ospitare.