Pistoia. Badante uccisa a coltellate, si cercano l’ex fidanzato e il fratello

LOCCIDENTALE_800x1600
LOCCIDENTALE_800x1600
Dona oggi

Fai una donazione!

Gli articoli dell’Occidentale sono liberi perché vogliamo che li leggano tante persone. Ma scriverli, verificarli e pubblicarli ha un costo. Se hai a cuore un’informazione approfondita e accurata puoi darci una mano facendo una libera donazione da sostenitore online. Più saranno le donazioni verso l’Occidentale, più reportage e commenti potremo pubblicare.

Pistoia. Badante uccisa a coltellate, si cercano l’ex fidanzato e il fratello

17 Aprile 2010

Due persone di carnagione scura, molto probabilmente due connazionali della vittima. Secondo le testimonianze del padrone di casa, sono loro gli assassini di Ramar Wijayaluchcomy, la badante cingalese di 36 anni uccisa nella notte a coltellate a Lamporecchio (Pistoia).

La vittima assisteva due anziani, marito e moglie ultranovantenni. Proprio l’anziano, il 94enne Getullio Cenci, ex sindaco del paese, è andato ad aprire alla porta di casa insieme alla badante, quando è suonato il campanello. Sono entrati due uomini, che hanno allontanato in malo modo l’anziano, si sono diretti vero la 36enne, colpendola ripetutamente con un coltello. Poi, erano circa le 22.45, sono scappati in auto.

Sulla vicenda indagano i carabinieri, che stanno cercando l’ex fidanzato della vittima, un connazionale, e il fratello dell’uomo, al momento i maggiori sospettati. La badante aveva denunciato il suo ex per molestie: l’uomo le avrebbe chiesto continuamente denaro. Non si tratterebbe quindi di una rapina finita male, come si pensava in un primo momento, ma di un omicidio compiuto con premeditazione.