Pm Boccassini: “Processare 17 presunti terroristi: fermati prima di fare vittime”

Dona oggi

Fai una donazione!

Gli articoli dell’Occidentale sono liberi perché vogliamo che li leggano tante persone. Ma scriverli, verificarli e pubblicarli ha un costo. Se hai a cuore un’informazione approfondita e accurata puoi darci una mano facendo una libera donazione da sostenitore online. Più saranno le donazioni verso l’Occidentale, più reportage e commenti potremo pubblicare.

Pm Boccassini: “Processare 17 presunti terroristi: fermati prima di fare vittime”

17 Dicembre 2007

“Sono stati fermati in tempo prima di
fare vittime”, ha dichiarato il pm di Milano Ilda Boccassini, per ribadire
la richiesta di processare i 17 presunti terroristi delle nuove Br accusati di
banda armata, associazione eversiva e altri reati.

Una richiesta formulata, in udienza
preliminare, davanti al gup Marina Zelante. Dopo l’intervento della Boccassini,
durato circa venti minuti, è stata la volta di alcuni difensori. Gli avvocati Carlo Covi
e Chiara Balbinot, legali di tre imputati, hanno chiesto che il fascicolo del
procedimento sia trasferito a Padova, sostenendo che, se il reato c’è stato, si
è consumato in Veneto.

E’ previsto che l’udienza riprenda mercoledì
quando le difese termineranno la loro discussione, mentre per dopodomani è
attesa anche la decisione del gup sul rinvio a giudizio.