Prodi presenta il ‘Patto per l’università e la ricerca’

LOCCIDENTALE_800x1600
LOCCIDENTALE_800x1600
Dona oggi

Fai una donazione!

Gli articoli dell’Occidentale sono liberi perché vogliamo che li leggano tante persone. Ma scriverli, verificarli e pubblicarli ha un costo. Se hai a cuore un’informazione approfondita e accurata puoi darci una mano facendo una libera donazione da sostenitore online. Più saranno le donazioni verso l’Occidentale, più reportage e commenti potremo pubblicare.

Prodi presenta il ‘Patto per l’università e la ricerca’

02 Agosto 2007

“Qualsiasi riorganizzazione dell’università non può che
essere compiuta in accordo con le università”. Queste le parole di Romano
Prodi in una conferenza stampa a Palazzo Chigi per
presentare il ‘Patto per l’università e la ricerca’.

Tutte le leggi –
osserva il premier – resterebbero infatti “lettera morta se non c’e’
l’interiorizzazione, la condivisione da parte del mondo universitario”. Il Patto
presentato, secondo Prodi, serve a creare “un’università con maggiore autonomia
e con maggiori risorse. Metto insieme queste due parole – spiega – perché l’una
condiziona l’altra”.

 Il presidente del
Consiglio parla di una “particolare novità”: un documento per “costruire un
quadro della possibilità di sviluppo dell’università, delle forme necessarie”. E
sottolinea che il governo “non cerca rimedi istantanei e di breve periodo, ma
si spinge verso un modello capace di aumentare ricerca e didattica”.

Inoltre, conclude Prodi: “per raggiungere il risultato della
maggiore efficacia occorre una riorganizzazione e programmazione di medio e
lungo periodo”.