Prorogato dal Cdm il divieto di spostamento fra Regioni, confronto serrato sulle nuove regole per le attività

Dona oggi

Fai una donazione!

Gli articoli dell’Occidentale sono liberi perché vogliamo che li leggano tante persone. Ma scriverli, verificarli e pubblicarli ha un costo. Se hai a cuore un’informazione approfondita e accurata puoi darci una mano facendo una libera donazione da sostenitore online. Più saranno le donazioni verso l’Occidentale, più reportage e commenti potremo pubblicare.

Prorogato dal Cdm il divieto di spostamento fra Regioni, confronto serrato sulle nuove regole per le attività

Prorogato dal Cdm il divieto di spostamento fra Regioni, confronto serrato sulle nuove regole per le attività

22 Febbraio 2021

Prorogati fino al 27 marzo il divieto di spostamento fra Regioni (salvo esigenze di lavoro, di salute o di necessità) e la regole che limita a due adulti con eventuali minori di quattordici anni le visite verso le abitazioni private con, a quanto pare, l’aggiunta di un’eccezione per le zone rosse nelle quali questa possibilità non sarebbe contemplata.

La prosecuzione delle misure restrittive, ampiamente annunciata, è contenuta in un decreto approvato stamattina dal Consiglio dei ministri. Il confronto è invece serrato in vista della scadenza del dpcm il 5 marzo, con le Regioni che hanno fatto giungere all’esecutivo un articolato documento di proposte e il pressing sempre più forte per circoscrivere le restrizioni più dure ai territori effettivamente investiti dai focolai e iniziare a ragionare sulla ripresa di alcune attività.