Rice annuncia conferenza di pace internazionale

LOCCIDENTALE_800x1600
LOCCIDENTALE_800x1600
Dona oggi

Fai una donazione!

Gli articoli dell’Occidentale sono liberi perché vogliamo che li leggano tante persone. Ma scriverli, verificarli e pubblicarli ha un costo. Se hai a cuore un’informazione approfondita e accurata puoi darci una mano facendo una libera donazione da sostenitore online. Più saranno le donazioni verso l’Occidentale, più reportage e commenti potremo pubblicare.

Rice annuncia conferenza di pace internazionale

02 Agosto 2007

“Non sarà un’occasione per scattare una foto di gruppo. Sarà
un’occasione per fare un passo verso la creazione di uno Stato palestinese”. In
una conferenza stampa congiunta con il presidente palestinese Abu Mazen, a
Ramallah, in Cisgiordania, il segretario di Stato statunitense, Condoleezza Rice,
ha presentato così la conferenza di pace internazionale del prossimo autunno.

La Rice ha assicurato che Israele è adesso pronto a
discutere”le questioni fondamentali” per la creazione di uno Stato palestinese.
Intanto Ehud Olmert, il primo ministro israeliano, avrebbe dato anche il suo consenso
ad aprire la conferenza di pace internazionale anche ai leader dei paesi arabi,
rispettando così la volontà degli Stati Uniti.  L’Arabia Saudita ha già dato il suo assenso. Ma
l’opportunità diverrebbe davvero senza precedenti se accettassero anche gli
altri paesi, che non hanno avuto mai alcuna relazione diplomatica con Israele.

Nel frattempo, gli Stati Uniti hanno firmato un accordo che garantirà
80 milioni di dollari (59 milioni di euro) ai palestinesi, per riformare il
sistema di sicurezza. Si tratta dell’ennesima dimostrazione di supporto al
presidente palestinese e al- Fatah dopo la presa di potere di Hamas nella
Striscia di Gaza.

Prima ella conferenza stampa Condoleezza Rice ha incontrato
tutto il gabinetto palestinese ed è stata presentata, oltre che al premier
Salam Fayyad, a tutti i membri del governo.

Non ha partecipato, naturalmente, Hamas, che ieri aveva
dichiarato che “senza di noi, la conferenza di pace fallirà”. Infatti, a suo
avviso: “La Rice non è venuta nella regione per aiutare la formazione di uno
Stato palestinese, come sostengono lei e il suo capo Bush ma è venuta per
mettere un partito palestinese contro l’altro e sostenere l’occupazione
sionista”.