Home News Rifiuti Campania: accordo raggiunto su Ariano

Rifiuti Campania: accordo raggiunto su Ariano

0
42

La discarica di Ariano Irpino, al centro delle proteste dei cittadini dopo la decisione del governo di riaprirla per  frenare l'emergenza-rifiuti in Campania, sarà utilizzata in via straordinaria soltanto per 20 giorni, per essere poi chiusa definitivamente e bonificata.
E' questo il punto centrale dell'accordo raggiunto oggi nel corso di una riunione in Senato tra i responsabili della Commissione Ambiente di Palazzo Madama e i rappresentanti del comune avellinese.

L'accordo, che sarà formalizzato da un emendamento al decreto sull'emergenza rifiuti che proprio oggi approda in aula al Senato, prevede dunque che l'impianto di Difesa Grande sia utilizzato per soli 20 giorni, analogamente a quanto stabilito nei giorni scorsi per un'altra discarica la cui riapertura aveva provocato una rivolta popolare, quella salernitana di Parapoti.

La Regione Campania, per parte sua, stanzierà 5 milioni di euro per bonificare poi i terreni. E' stata già fissata per giovedì prossimo una riunione tra amministratori di Ariano e autorità regionali per affrontare la questione.

La settimana scorsa i dimostranti anti-discarica avevano attaccato l'auto del commissario per l'Emergenza Guido Bertolaso, che è anche capo della Protezione Civile.

Il governo, condannando l'episodio, aveva però confermato l'intenzione di procedere alla riapertura del sito di Difesa Grande, che ieri è stato circondato da alcune centinaia di agenti, incaricati di scortare decine di camion compattatori.

Dopo un'altra giornata di proteste e trattative, però, alla fine i camion carichi d'immondizia non hanno trasportato i rifiuti alla discarica.

  •  
  •  

Aggiungi un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here