Russia, Lavrov: “No a trattative su Kosovo e scudo missilistico”

LOCCIDENTALE_800x1600
LOCCIDENTALE_800x1600
Dona oggi

Fai una donazione!

Gli articoli dell’Occidentale sono liberi perché vogliamo che li leggano tante persone. Ma scriverli, verificarli e pubblicarli ha un costo. Se hai a cuore un’informazione approfondita e accurata puoi darci una mano facendo una libera donazione da sostenitore online. Più saranno le donazioni verso l’Occidentale, più reportage e commenti potremo pubblicare.

Russia, Lavrov: “No a trattative su Kosovo e scudo missilistico”

03 Settembre 2007

Mosca non ha intenzione di trattare sul Kosovo o sullo scudo
missilistico in Europa voluto dalla Nato e l’Occidente deve farsene una
ragione. Lo ha detto oggi il ministro degli Esteri russo Sergei Lavrov.

Secondo Lavrov, la questione dell’indipendenza della
provincia serba e il piano di Washington per il posizionamento di alcune
batterie di missili nell’Europa orientale costituiscono le “linee
rosse” che non devono essere superate.

“Dovrebbe essere chiaro che ci sono delle linee rosse,
che rappresentano il confine oltre il quale la nostra sicurezza nazionale o
l’ordine mondiale vengono messe in discussione”, ha detto Lavrov in un
discorso agli studenti dell’Istituto di Stato per gli Affari Internazionali di
Mosca.

“La Russia non tratterà e i nostri alleati devono
capirlo”, ha detto Lavrov, che non ha detto precisamente cosa sarebbe
considerato inaccettabile per la Russia sul Kosovo o sullo scudo missilistico,
né se ci siano gli estremi per un compromesso.