Santanché: “An mi ha tradito e ora transita verso il nulla”

LOCCIDENTALE_800x1600
LOCCIDENTALE_800x1600
Dona oggi

Fai una donazione!

Gli articoli dell’Occidentale sono liberi perché vogliamo che li leggano tante persone. Ma scriverli, verificarli e pubblicarli ha un costo. Se hai a cuore un’informazione approfondita e accurata puoi darci una mano facendo una libera donazione da sostenitore online. Più saranno le donazioni verso l’Occidentale, più reportage e commenti potremo pubblicare.

Santanché: “An mi ha tradito e ora transita verso il nulla”

11 Novembre 2007

Daniela Santanché non sta più con Alleanza Nazionale, ma il suo non è stato un semplice cambio di partito di quelli indolore, la ex “pasionaria” di An spiega i motivi del divorzio dal suo vecchio partito durante l’assemblea costituente tenutasi oggi di “La Destra”, creatura politica di Storace.

“Mi sono sentita tradita dal mio ex partito, dai miei vecchi amici che mi hanno lasciato sola. Invece qui mi sento a casa e vi ringrazio ancora di cuore per l’accoglienza commovente di ieri”, spiega la bella politica, che poi aggiunge: “An sta cambiando pelle, ma soprattutto sta perdendo l’anima per rispondere alle legittime ambizioni del suo capo ma non alle esigenze del suo popolo…Noi saremo un popolo capace di grandi battaglie perché motivato esclusivamente dalla passione e non dal potere. E in Francesco Storace e Teodoro Buontempo ho trovato amici inaspettati, sono stati al mio fianco quando in solitudine ho affrontato difficili battaglie”.

La nuova deputata de La Destra ci tiene anche a spiegare cosa è andato storto con il partito di Gianfranco Fini: “Ho lasciato un’altra destra che troppo spesso ha dimenticato i nostri valori, preoccupata com’è di inseguire incomprensibili fughe in avanti alla ricerca di chissà quale ‘centro’ della sua azione politica. E in questa andatura confusa e senza progetto ha smarrito se stessa. E’ una destra della transizione verso il nulla”.