Home News Sfide, programmi e risultati alla Direzione Nazionale di Ncd

Network

Sfide, programmi e risultati alla Direzione Nazionale di Ncd

0
47

Cosa emerge dalla direzione nazionale del Nuovo Centrodestra che si sta concludendo oggi a Roma? Che stiamo costruendo una comunità ancorata ai valori del popolarismo europeo, alternativa alla sinistra socialdemocratica e alla "brutta destra estrema", come la chiama il presidente Alfano, rappresentata nella Ue da forze in cui si riconoscono la Lega e Grillo.

Che questa comunità, già in grado di rivendicare importanti risultati nell'azione di governo, dal bonus fiscale, ai provvedimenti presi sul fronte della sicurezza, nello Sblocca Italia e con il Patto per la salute, deve rafforzare la sua identità, superando l'articolo 18, allargando il bonus a famiglie e partite Iva, riducendo le tasse alle imprese, tenendo come bussola due pilastri quali sono appunto la detassazione e la deregolazione. "O concentreremo tutte le risorse disponibili sulle aziende", dice nel suo intervento l'on. Fabrizio Cicchitto, "oppure il Governo andrà incontro a un Autunno drammatico". 

Identità politica, riforme economiche, radicamento e strutturazione sempre più capillare del partito sul territorio, considerando anche il cambio di scenario imposto con la legge che ha abolito il finanziamento pubblico ai partiti. Il coordinatore nazionale di Ncd, Gaetano Quagliariello, traccia un decalogo da tenere bene a mente per valorizzare al massimi il marchio di Ncd, "sedimentandolo" nella opinione pubblica. Un decalogo che passa dalla dimensione internazionale - l'essere stati riconosciuti a livello europeo come nucleo di quella possibile nuova alternativa di centrodestra - e dalla dimensione locale, grazie al "fortissimo radicamento sui territori", nei mille campanili italiani dov'è fallita la 'campagna acquisti' ai nostri danni.

Un partito della nazione, tanto più che tra i suoi valori fondanti ha la tradizione e il senso dello Stato. Un partito fondato sul contributo volontario dei suoi militanti che, dopo aver passato l'esame delle europee, dovrà ora mobilitarsi fino in fondo per affrontare, vincendola, la sfida delle prossime Regionali. Come nelle tre grandi regioni del Sud, Campania, Puglia, Calabria. "All'inizio di Ottobre," annuncia Quagliariello, "faremo una grande festa di Ncd al Sud", dedicata ai progetti da realizzare durante i mille giorni nel nostro Mezzogiorno. Avanti così.

  •  
  •  

Aggiungi un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here