Home News Sicurezza. Domattina il “si” del Senato

Sicurezza. Domattina il “si” del Senato

0
34

La fumata bianca sul decreto sicurezza al Senato arriverà domattina.

Sono 400 gli emendamenti presentati al provvedimento che sono stati votati la scorsa settimana dal Parlamento sul dl che ha alzato la temperatura nelle aule del Parlamento.

Tra i punti più contestati del decreto, la sospensione dei processi e  l'uso dell'esercito per motivi di sicurezza nelle principali città.

Il decreto legge prevede che saranno sospesi per un anno tutti i processi per reati punibili con meno di dieci anni di reclusione che si trovano in uno stato compreso tra la fissazione dell'udienza preliminare e la chiusura del dibattimento di primo grado. Da questi sono esclusi i processi in cui gli imputati sono detenuti per terrorismo, contro minori, per reati legati alla criminalità organizzata e tutti quelli commessi in violazione delle norme per la prevenzione degli infortuni sul lavoro.

Inoltre non sarà più possibile sospendere la pena detentiva per atti osceni, violenza sessuale, singola e di gruppo, furto, e tutti i delitti aggravati dalla clandestinità e produzione, detenzione e traffico di sostanze stupefacenti.

Riguardo all'uso delle Forze armate nelle grandi città è stato deciso che saranno circa tremila gli uomini delle Forze Armate che per sei mesi saranno a disposizione dei prefetti delle aree metropolitane o delle zone densamente popolate per servizi di vigilanza. 

  •  
  •  

Aggiungi un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here