Sicurezza stradale, Bianchi: Nel Ddl valutare revoca obbligatoria patente

Dona oggi

Fai una donazione!

Gli articoli dell’Occidentale sono liberi perché vogliamo che li leggano tante persone. Ma scriverli, verificarli e pubblicarli ha un costo. Se hai a cuore un’informazione approfondita e accurata puoi darci una mano facendo una libera donazione da sostenitore online. Più saranno le donazioni verso l’Occidentale, più reportage e commenti potremo pubblicare.

Sicurezza stradale, Bianchi: Nel Ddl valutare revoca obbligatoria patente

17 Luglio 2007

Nel ddl sulla sicurezza stradale in discussione in Parlamento si potrebbe pensare alla revoca obbligatoria della patente in caso di più ritiri successivi togliendo la discrezionalità del ritiro del documento attualmente in capo al prefetto. la proposta arriva dal ministro dei Trasporti, Alessandro Bianchi.

Bianchi  invita a valutare una misura del genere, aggiungendo che si tratta di un ulteriore ”passetto” che potrebbe essere fatto nella discussione in Senato. Comunque, ha ricordato il ministro in un’intervista su Radio Città Futura, ”la revoca è comunque a tempo, si tratta di decidere per quanto tempo: alla fine di questo periodo si devono fare da capo gli esami per la patente”.

Sui tempi dell’iter del provvedimento, inoltre, il ministro riferisce che stasera vedrà il presidente della Commissione Lavori Pubblici del Senato Anna Donati, per mettere la discussione in calendario ”il prima possibile, per un’approvazione entro l’estate, altrimenti avverrà subito dopo”.

“Siamo in presenza di una vera e propria emergenza nazionale – ha conclusaao – Siamo consapevoli che non è solo con le regole e con la repressione che si risolve il problema, è per questo che abbiamo pensato di utilizzare più agenti sulle strade perché non è solo con l’utilizzo dei rilevatori di velocità che si possono colpire i trasgressori”.