Home News Sky. Tremonti “Non c’erano alternative” all’aumento dell’Iva al 20%

Sky. Tremonti “Non c’erano alternative” all’aumento dell’Iva al 20%

0
14

"Non c'erano alternative". Così, il ministro dell'Economia, Giulio Tremonti, ha risposto a chi gli chiedeva un commento sulla norma del pacchetto anti-crisi del governo che porta dall'attuale 10% al 20% l'Iva degli abbonamenti alle pay tv che colpirà anche Sky con oltre il 90% del mercato del settore.

"Esiste un blocco di documenti che hanno origine a Bruxelles da cui risulta che il sistema italiano, stratificato su più anni, era fuori dalla giurisprudenza europea per la quale dato un medesimo servizio non puoi avere aliquote segmentate in funzione delle tecniche di trasmissione utilizzate" ha precisato il ministro dell'Economia. Su questo, ha aggiunto: "è stata avviata una procedura di infrazione comunitaria e la soluzione poteva essere solo quella dell'allineamento delle aliquote. C'è un carteggio tra la Commissione Ue e il Governo Prodi che prevede l'impegno del Governo ad allineare le aliquote. L'impegno scadeva in questi giorni".

Il premier aveva risposto all'opposizione, che ieri parlava di norma creata per danneggiare un'impresa (Sky) e le famiglie: "Se la sinistra chiede insistentemente, difendendo i ricchi, di dimezzare l'Iva sulla pay-tv per noi va bene, purché si rispetti la normativa europea", ha detto Sivio Berlusconi a Tirana, durante la conferenza stampa congiunta con il presidente albanese Berisha.

  •  
  •  

Aggiungi un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here