Home News Spagna. Giornata di lutto nazionale e forte condanna di Zapatero

Spagna. Giornata di lutto nazionale e forte condanna di Zapatero

0
46

Giorno di lutto in Spagna, dopo che ieri un attentato dell'Eta nell'isola di Maiorca ha ucciso due agenti della Guardia Civil. E mentre il Paese si prepara ai funerali di Stato per le vittime sale l'allerta per altri attentati nella giornata che marca il 50/mo anniversario della fondazione dell'organizzazione terrorista che chiede l'indipendenza dei Paesi Baschi.

Forte la condanna del presidente del governo spagnolo Josè Luis Rodriguez Zapatero, che questa mattina si è recato nella camera ardente allestita a Palma de Maiorca assieme al leader del Partido Popular Mariano Rajoy. "Voglio condannare gli attentati con una forza maggiore rispetto al passato e con una nuova determinazione", ha detto Zapatero. Per il premier, i terroristi "non hanno alcuna possibilità di nascondersi, non possono scappare, non possono evitare la giustizia, saranno arrestati e condannati e passeranno il resto della loro vita in prigione".

Come dimostrano gli arresti dei mesi scorsi, "questa è la strada che continueremo a percorrere", ha concluso. Per quanto riguarda la sicurezza di oggi e dei prossimi giorni, "il governo ha dato ordine alle forze dell'ordine di mantenere l'allerta massima, di raddoppiare il lavoro di difesa della popolazione e di se stessi da questi vili assassini", ha spiegato Zapatero. Intanto, i porti dell'isola di Maiorca, nelle Baleari, sono tornati a funzionare oggi dopo essere stati chiusi ieri dopo l'attentato dell'Eta, ma il traffico è limitato da misure di sicurezza. I porti dell'isola, da cui transitano migliaia di turisti con i traghetti, e anche per un paio d'ore l'aeroporto di Maiorca, erano stati chiusi ieri per evitare la fuga di terroristi.

  •  
  •  

Aggiungi un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here