Stati Uniti tranquilli per sorte governo in Iraq

LOCCIDENTALE_800x1600
LOCCIDENTALE_800x1600
Dona oggi

Fai una donazione!

Gli articoli dell’Occidentale sono liberi perché vogliamo che li leggano tante persone. Ma scriverli, verificarli e pubblicarli ha un costo. Se hai a cuore un’informazione approfondita e accurata puoi darci una mano facendo una libera donazione da sostenitore online. Più saranno le donazioni verso l’Occidentale, più reportage e commenti potremo pubblicare.

Stati Uniti tranquilli per sorte governo in Iraq

16 Aprile 2007

“Se i partigiani di Sadr lasciano il governo questo non significa che
Maliki perda la sua maggioranza, questa è una cosa importante da
ricordare”. Così la Casa Bianca, tramite la sua portavoce Dana Pelosi, ha commentato la decisione dei sei ministri sadristi di abbandonare l’esecutivo iracheno di al-Maliki.
Da Washington quindi non sembrano preoccupati della protesta sciita, scoppiata in seguito alla mancata decisione di Maliki di fissare un calendario per il ritiro delle truppe straniere dall’Iraq, e organizzata dal leader radicale sciita Moqtada Sadr. “Il sistema di governo iracheno – ha precisato la Perino – è quello della democrazia parlamentare – le coalizioni in questo tipo di parlamento si fanno e si disfanno”.