Home News Strage Erba, Rosa: Azouz cotto di me, mi ha violentata

Strage Erba, Rosa: Azouz cotto di me, mi ha violentata

0
10

Rosa Bazzi ossessionata da Azouz Marzouk. Perseguitata, picchiata, violentata dal tunisino che nella strage di Erba ha perso la moglie e il figlioletto.

Uccisi, secondo l'accusa, da Olindo Romano e Rosa Bazzi.

Nell'aula del Tribunale di Como dove è in corso l'undicesima udienza del processo per la strage di Erba viene ascoltata la registrazione dell'interrogatorio del 6 giugno 2007 quando la donna aveva parlato di una presunta violenza sessuale subita dal tunisino tre settimane prima della strage dell'11 dicembre 2006.

Sono comunque assenti per la prima volta dall'aula Olindo Romano e Rosa Bazzi. In aula sono stati diffusi i loro interrogatori del 12 gennaio dell'anno scorso, quando confessarono davanti al gip Nicoletta Cremona nell'ambito dell'udienza di convalida del fermo. Olindo e Rosa ritrattarono poi le loro confessioni, proclamandosi innocenti.

ma veniamo alla presunta violenza. Per la Bazzi, era un martedì mattina, intorno alle 9, quando Azouz era entrato a casa sua. "Mi ha preso dalla schiena -racconta- ha incominciato a dirmi che senza di me non ce la faceva più a vivere e che voleva lasciare Raffaella".

E ancora: "Ha cominciato a strapparmi la maglietta -spiega Rosa nell'interrogatorio- ho cercato di difendermi più che potevo. Lui mi ha preso, mi ha sbattuto sul divano e mi ha strappato i vestiti. Si è abbassato i pantaloni e ha fatto quello che doveva fare: è entrato nel mio corpo".

  •  
  •  

Aggiungi un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here