Home News Studi di settore, via alla discussione delle mozioni

Studi di settore, via alla discussione delle mozioni

0
55

E' iniziata la discussione in Aula del Senato delle mozioni presentate da opposizione e maggioranza sugli studi di settore. Sono complessivamente tre i documenti presentati: uno della Cdl, l'altro dell'Unione e il terzo della Lega

Il primo firmatario del documento della Cdl è il presidente dei senatori Fi, Renato Schifani; per quanto riguarda quello dell'Unione, prima firmataria la cpogruppo dell'Ulivo, Anna Finocchiaro; del terzo (Lega), primo firmatario Roberto Calderoli.

Presente in Aula in rappresentaza del governo il sottosegretario all'Economia, Mario Lettieri, il voto e' atteso per il pomeriggio.

Nel merito, la mozione della Cdl chiede l'impegno del governo per l'eliminazione di "ogni effetto retroattivo sui redditi del 2006 dei nuovi indicatori di normalità" e quindi degli studi di settore rideterminati in base a questi ultimi, oltre all'apertura "in tempi brevi" di un tavolo negoziale con le associazioni di categoria.

La mozione dell'Unione impegna il governo, tra l'altro, a "dare corso e concreta attuazione agli obiettivi ed azione politica enunciati dal Dpef 2007-2011 e a destinare in via prioritaria le maggiori entrate dall'evasione fiscale alla riduzione della pressione fiscale". Inoltre a "interpretare come sperimentale" le disposizioni in tema di revisione degli studi di settore, a considerare ''irrinunciabile'' l'ausilio delle associazioni di categoria nell'introduzione degli indicatori di normalità, a fissare la scadenza per l'invio telematico del modello Unico al 30 settembre 2007.

La mozione della Lega chiede l'impegno del governo al rispetto del protocollo per l'aggiornamento degli studi di settore e alla sospensione degli effetti prodotti dai nuovi indicatori di normalità economica.

  •  
  •  

Aggiungi un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here