Sudditi, è colpa vostra!

Dona oggi

Fai una donazione!

Gli articoli dell’Occidentale sono liberi perché vogliamo che li leggano tante persone. Ma scriverli, verificarli e pubblicarli ha un costo. Se hai a cuore un’informazione approfondita e accurata puoi darci una mano facendo una libera donazione da sostenitore online. Più saranno le donazioni verso l’Occidentale, più reportage e commenti potremo pubblicare.

Sudditi, è colpa vostra!

Sudditi, è colpa vostra!

09 Novembre 2020

Sudditi, è colpa vostra se non sono state aumentate terapie intensive, la medicina del territorio ed è saltato il tracciamento.

È sempre colpa vostra se il commissario del Regno alla sanità calabrese è stato rimosso perchè si scopre in questi giorni che non aveva preparato il piano pandemico di una regione che lui commissariava su mandato del Sovrano stesso.

Tragicamente colpa vostra che siete andati al mare quest’estate, approfittando del bonus vacanze che il Sovrano vi ha concesso. Dovevate opporvi con tutte le vostre forze alla tentazione.

Rimane sempre e comunque colpa vostra se vi infettate sui mezzi pubblici: il Sovrano aveva stabilito che si potessero utilizzare al massimo all’80% senza aumentare le corse e voi vi siete ostinati ad andare al lavoro la mattina. Carogne che siete.

Gravissima poi la colpa che avete avuto a mandare i figli a scuola: i (tanti) soldi dei banchi a rotelle non si capisce come mai non abbiano in automatico aumentato le aree delle aule. Si vede che non avete usato i banchi correttamente, è evidente. Vili e incapaci che siete. Vi aveva anche concesso di considerarvi congiunti in aula, ma avete voluto infettarvi lo stesso!

Infine, oh sudditi, dovreste chiedere scusa al vostro Sovrano e amarlo.
E ascoltare ogni sera il predicozzo di Stato sul fatto che vi ostinate a voler vivere, quando il Sovrano ha stabilito il da farsi: stare a casa.

Stucchevoli le vostre rimostranze “Sire, ma devo lavorare, devo mangiare, non mi state aiutando…”.
La gente muore in ospedale per colpa proprio tua che vorresti ancora tenere aperta la tua attività. Sei pure egoista e non pensi al bene comune.

Riprorevoli sudditi, chiedete scusa e amate il vostro Sovrano.