Svizzera-Libia: Tripoli blocca i rifornimenti di petrolio a Berna

Dona oggi

Fai una donazione!

Gli articoli dell’Occidentale sono liberi perché vogliamo che li leggano tante persone. Ma scriverli, verificarli e pubblicarli ha un costo. Se hai a cuore un’informazione approfondita e accurata puoi darci una mano facendo una libera donazione da sostenitore online. Più saranno le donazioni verso l’Occidentale, più reportage e commenti potremo pubblicare.

Svizzera-Libia: Tripoli blocca i rifornimenti di petrolio a Berna

24 Luglio 2008

Non sono finite le misure di ritorsione di Tripoli contro Berna: la compagnia nazionale libica del trasporto marittimo ha annunciato oggi la sospensione dei suoi rifornimenti di petrolio al Paese elvetico in rappresaglia al breve arresto del figlio più giovane del leader libico Muammar Gheddafi avvenuto la settimana scorsa a Ginevra.

In un comunicato congiunto, le compagnie nazionali di trasporto marittimo e dei porti libiche hanno reso noto che vietano ormai l’entrata e le operazioni di scarico delle imbarcazioni battenti bandiera svizzera nei porti libici. Le stesse hanno minacciato "nuove misure" se "Berna nelle prossime ore non archivierà il caso montato ad arte" contro Hannibal Gheddafi e non presenterà le sue scuse.

Nei giorni scorsi Tripoli aveva già adottato diverse misure di ritorsione contro la Svizzera. Secondo quanto riferito ieri dal ministero degli Affari esteri svizzero in un comunicato, Gheddafi ha richiamato alcuni suoi diplomatici dal Paese elvetico, sospeso il rilascio dei visti per i cittadini svizzeri, tagliato una serie di voli diretti nel Paese elvetico e arrestato due cittadini svizzeri per accuse varie. Berna, di rimando, ha invitato i suoi cittadini a non viaggiare in Libia.

Hannibal Gheddafi e la moglie sono stati arrestati la settimana scorsa in seguito a un incidente avvenuto in un albergo di lusso di Ginevra, secondo il loro avvocato. Sono stati rilasciati su cauzione due giorni dopo e hanno lasciato il Paese. Due domestici della coppia hanno riferito che Gheddafi, 32 anni, e la moglie li hanno ripetutamente picchiati nell’hotel con una cintura e un attaccapanni. Secondo la stampa svizzera, una donna tunisina è stata ricoverata. L’avvocato di Gheddafi junior ha fatto sapere che la coppia respinge le accuse.