Terremoto. Forte scossa di magnitudo 4.2 avvertita nella provincia di Firenze

Dona oggi

Fai una donazione!

Gli articoli dell’Occidentale sono liberi perché vogliamo che li leggano tante persone. Ma scriverli, verificarli e pubblicarli ha un costo. Se hai a cuore un’informazione approfondita e accurata puoi darci una mano facendo una libera donazione da sostenitore online. Più saranno le donazioni verso l’Occidentale, più reportage e commenti potremo pubblicare.

Terremoto. Forte scossa di magnitudo 4.2 avvertita nella provincia di Firenze

15 Settembre 2009

A cinque mesi dal sisma dell’Aquila, torna a tremare la terra in Italia. Ieri sera alle 22.04 una scossa di magnitudo 4.2 è stata registrata dagli strumenti dell’Istituto nazionale di geofisica e vulcanologia nel distretto sismico del Mugello, in provincia di Firenze, sull’Appennino tosco-emiliano, seguita da una replica di 2.8 alle 22.15. Una terza scossa è stata di più modesta entità.

L’epicentro del terremoto è stato individuato tra i comuni di Barberino del Mugello, Scarperia e Borgo San Lorenzo, a una profondità di 3,5 chilometri. La scossa è stata avvertita fino a Bologna, Firenze, Prato e Pistoia. Tanta la paura della popolazione del Mugello, che si è riversata in strada per la paura di eventuali crolli. Molte famiglie sono salite in auto e si sono allontanate dalle proprie abitazioni. In qualche caso le scosse hanno fatto cadere suppellettili dalle mensole, ma non ci sono stati danni a cose e persone.

I centralini dei vigili del fuoco sono stati presi d’assalto. Stamani la Provincia di Firenze, in una nota, ipotizza che potrebbero esserci lesioni ad alcuni edifici di Barberino del Mugello, la cui entità dovrà essere ancora valutata dalla Protezione Civile, che monitora costantemente la situazione. Nella zona del sisma si sono recati il presidente della Provincia Andrea Barducci,il questore Francesco Tagliente, il prefetto Andrea De Martino, il presidente della Regione Toscana, Claudio Martini.