Home News Terrorismo. Al Qaida contro la Spagna: “E’ un nostro obiettivo”

Terrorismo. Al Qaida contro la Spagna: “E’ un nostro obiettivo”

0
1

La Spagna è un obiettivo di Al Qaida, perché "partecipa con gli alleati della Nato alla guerra contro di noi in Iraq e in Afghanistan. E perché governa l'Andalusia, che è una terra degli islamici". Con questo comunicato, pubblicato oggi sul quotidiano El Pais, il gruppo di Al Qaida del Maghreb islamico (Aqmi) lancia nuove minacce alla Spagna.

Assicurando però, che i due cooperanti iberici ostaggio dei terroristi dallo scorso 29 novembre, sono trattati "in modo corretto". Madrid, quindi resta un bersaglio del gruppo terroristico nordafricano che tiene in ostaggio anche il siciliano Sergio Cicala e sua moglie. Il comunicato, firmato da Salah Abu Mohamed, che si definisce "portavoce" dell'Aqmi, spiega le ragioni di questa ostilità: "La partecipazione spagnola alle guerre in Iraq e in Afghanistan e il governo sull'Andalusia", che per otto secoli è stata sotto il dominio arabo. E, prosegue il messaggio, le campagne dell'Occidente a Baghdad e Kabul "non fanno distinzione tra civili e militari. I mujaheddin non sono l'unico obiettivo perché cadono anche bambini, donne e anziani".

Poi la minaccia: "Mentre i musulmani innocenti soffrono gli spagnoli non staranno in pace". Tuttavia, il messaggio pubblicato sul Pais è diretto anche "a tranquillizzare" le famiglie di Albert Vilalta e Roque Pascual, i due cooperanti della Ong catalana nelle mani dell'Aqmi da 104 giorni. "Entrambi ricevono un trattamento corretto", assicura il comunicato. Che poi però ribadisce: "Per difendere la nostra comunità musulmana dobbiamo avere come obiettivi la Spagna e i suoi cittadini, ripagandoli con la stessa moneta".

  •  
  •  

Aggiungi un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here