Home News Tir tampona auto e finisce sui binari: ferma per 4 ore la linea Napoli-Battipaglia

Tir tampona auto e finisce sui binari: ferma per 4 ore la linea Napoli-Battipaglia

0
5

 

 

È dalle ore 14.18 che è interrotta la circolazione ferroviaria sulla linea Napoli - Battipaglia in seguito all'incidente stradale che si è verificato sul cavalcavia sovrastante i binari poco dopo la stazione di Battipaglia. Al momento dell'incidente non erano in transito treni.

Una persona è morta e altre tre sono ferite, una - l'autista del tir - in modo molto grave. La vittima è un salernitano di 56 anni, Mario Finizio ed era uno dei passeggeri dell'auto: il cadavere è stato estratto dall’auto, completamente distrutta, schiacciata dall’autotreno che l’ha trascinata con sé dal cavalcavia alto più di 7 metri. Nell'auto c'erano 3 persone, 2 delle quali sono state sbalzate fuori sulla massicciata dei binari. I due feriti, che sedevano sui sedili anteriori, non erano coscienti quando sono stati soccorsi e portati via in ambulanza. La vittima era invece seduta sul sedile posteriore.

Il grave incidente stradale è avvenuto al chilometro 74 della statale 18, tra Battipaglia e Salerno, quando i due mezzi sono usciti di strada preciptando da un viadotto fino alla linea ferroviaria sottostante, la Napoli-Reggio Calabria.

A quanto pare, secondo quanto è emerso dall'attività investigativa, sarebbe stato il Tir a tamponare il veicolo, una Ford Fiesta. Non si sarebbe trattato, dunque, di uno scontro frontale, provocato da un soprasso della vettura. Il conducente dell'autoarticolato, dopo aver superato una vettura, sarebbe poi rientrato nella propria corsia "agganciando" la Ford Fiesta e trascinandola con se per alcune decine di metri. Poi lo sfondamento del guard rail e lo volo per oltre dieci metri giù dal cavalcavia, sui binari della tratta Roma-Reggio Calabria.

La circolazione ferroviaria, sottolinea il gruppo Fs, è stata immediatamente sospesa per consentire l'intervento dei soccorsi e delle squadre tecniche delle Ferrovie per il ripristino delle condizioni di normalità. Il Gruppo FS ha già allestito il Centro Operativo Territoriale per la gestione dell'emergenza. La circolazione dei treni potrà riprendere solo dopo l'autorizzazione dell'Autorità giudiziaria.

Solo in serata è stato riaperto lo svincolo di Battipaglia. Riaperta anche la SS 18, arteria dove è avvenuto il forte impatto tra l'autotreno e l'auto. Il traffico proveniente da Sud era stato convogliato in uscita a Eboli e quello proveniente da Nord a Pontecagnano. Alle 18.54 è stato riaperto il secondo binario della linea Napoli-Battipaglia: la circolazione procede a rilento, ma la situazione dovrebbe normalizzarsi entro alcune ore.

Per quattro ore le linee ferroviarie sono comunque rimaste bloccate, causando gravi disagi. Le Ferrovie hanno messo a disposizione degli autobus sostitutivi: sui primi arrivati sono state trasferite mille persone; la precedenza è stata data ad anziani, bambini e donne incinte. Nella stazione di Agropoli sono rimasti bloccati un Intercity, che aveva lasciato Palermo sabato mattina per raggiungere Roma, due regionali partiti da Paola e diretti a Napoli e un terzo proveniente da Cosenza, per Salerno.

A Capaccio bloccato invece un regionale partito da Sapri e diretto a Napoli. Sul posto sono intervenuti i carabinieri, la Polfer, guidata dall'ispettore Domenico Vegliante, personale del 118 e della Protezione civile che ha distribuito acqua e viveri, soccorrendo i passeggeri che hanno più risentito dei disagi. Pochi i passeggeri in attesa alla stazione di Battipaglia.

  •  
  •  

Aggiungi un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here